• Google+
  • Commenta
1 giugno 2012

Lodevole iniziativa di Unipr per studenti delle zone colpite dal sisma

Lodevole iniziativa di Unipr
Lodevole iniziativa di Unipr

Lodevole iniziativa di Unipr

Lodevole iniziativa dell’Università di Parma in favore dei ragazzi facenti parte delle zone colpite dal grave terremoto che ha causato morte e distruzione in gran parte dell’Emilia Romagna.

Il Senato Accademico, infatti, riunitosi per stabilire i nuovi piani di studi ed i nuovi corsi per l’anno 2012/13 ha deliberato, unitamente a ciò, la proroga del termine del pagamento della seconda rata. Oggi, infatti, era prevista la data ultima per il pagamento della seconda rata. Il termine, invece, è stato rinviato al 15 dicembre 2012. Nei prossimi giorni sarà diramata, inoltre, dal consiglio dei ministri una lista completa di tutti i comuni che sono stati colpiti dal disastro.

Ciò permetterà alla stessa università di identificare, in maniera più chiara, i beneficiari della proroga del termine.Ecco il comunicato ufficiale apparso sul sito ufficila dell’università di Parma: “L’Università di Parma comunica che il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 30 maggio, hanno deliberato di prorogare, per gli studenti dell’Ateneo residenti nei comuni interessati dai recenti eventi sismici, il termine per il pagamento della seconda rata di tasse universitarie relative all’a.a. 2011-2012 al 15 dicembre 2012. L’elenco ufficiale dei comuni colpiti dagli eventi sismici sarà reso noto a breve dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri”.

Tutto ciò mentre diverse scosse hanno colpito le zone già devastate in precedenza. La più forte ha raggiunto magnitudo 4.2. Lo fa sapere la Protezione civile rilevando che i Comuni prossimi all’epicentro sono Concordia sulla Secchia, San Possidonio e Mirandola. ( Fonte: Ansa)

Sarà previsto ancora una volta, inoltre, “Dalla Maturità all’Università”, l’infoday pensato per le giovani matricole. Gli incontri partiranno dal 10 luglio. Molte saranno le Università che ospiteranno l’evento. L’ idea è quella di fornire la migliore informazione ai giovani affincchè possano scegliere con attenzione il proprio percorso universitario.

Un gesto questo che sta riscuotendo, tra gli studenti, grande apprezzamento. In un momento così tragico e spesso di solitudine anche il più piccolo gesto di solidarietà può portare tranquillità nell’animo di giovani e famiglie che, dall’oggi al domani, si sono ritrovati senza case, senza affetti e molto spesso, senza speranza.

Google+
© Riproduzione Riservata