• Google+
  • Commenta
7 giugno 2012

Pierre Dukan e le sue diete

L’estate sta bussando incessantemente alle porte e non si è ancora pronti per l’annuale prova costume? Nessun problema se in casa c’è uno dei libri di Pierre Dukan, dietista più famoso e controverso al mondo. Certo è che, negli ultimi anni, quando si dice dieta, si dice Dukan.

È amato e odiato allo stesso tempo. Da molti viene visto come il guru dei brucia grassi, è apprezzato e osannato, da altri viene visto come una sorta di mostro, perché mette in ginocchio la dieta mediterranea, da sempre considerata, quella più equilibrata.

Si apprende da pochi giorni che Dukan è stato radiato dall’Albo dei Medici francesi in quanto avrebbe violato l’ordine deontologico.  Tuttavia, il re delle diete smentisce questa falsa notizia. È stato lui stesso a togliersi dall’Ordine. “Nel gennaio 2007, quando ho deciso di cominciare la mia battaglia contro il sovrappeso nel mondo, ho deciso di andare in pensione. Otto mesi fa, ho anche cessato completamente le consultazioni. L’Ordine dei medici è un organismo corporativo che non riconosce la libertà d’espressione. La verità è che sono gelosi. L’ultimo pretesto per attaccarmi è stato il libro nel quale propongo centoventi misure per lottare contro l’obesità” – afferma su LaRepubblica.

Ora, che i medici siano un po’ invidiosi del successo del loro ex collega non è da biasimare. In poco tempo, Dukan ha raggiunto notorietà massiccia e di conseguenza massiccio è diventato il suo conto in banca. Certo, i medici si battono contro di lui per questioni strettamente legate alla saluta delle persone, ma quanti di loro, vorrebbero una piccola fetta di successo che ha ricevuto Dukan?

Tuttavia, se si apprende in cosa consiste la dieta Dukan, qualche dubbio, non legato all’invidia e alla notorietà, viene anche ai comuni mortali, che amano mangiare bene. La dieta Dukan prevede solo proteine e dura quattro o cinque giorni. Successivamente, vengono integrate le verdure e gli altri alimenti. Il risultato è assicurato. Sarà, ma questa dieta istiga a repentini assalti al frigorifero. Questa dieta pare essere un’offesa all’alimentazione, quella equilibrata, che fa star bene e soddisfa.

Dukan afferma: “Sono quarant’anni che lavoro. Conosco le donne e gli uomini che scelgono di seguire una dieta. Sono estremisti che non accettano le mezze misure, magari perché soffrono di stress, hanno un disagio psicologico o attraversano un periodo difficile. Non è incitandoli a un’alimentazione più equilibrata che riusciranno a dimagrire. Hanno bisogno di vedere risultati rapidi. Inoltre, il mio programma non viene vissuto come una punizione ma come una ricompensa, grazie ai cento alimenti da mangiare a volontà”.

Certamente la gente vuole raggiungere subito i traguardi prefissati, ma in quanto medico (presunto) dovrebbe cercare di non assecondare le manie dei suoi clienti. L’Agenzia di sicurezza sanitaria francese sostiene che la dieta Dukan comporta notevoli rischi alla salute umana, come disturbi ai reni, cancro, malattie cardiovascolari, depressione. Lui ha una risposta a tutto:- “Tutte le statistiche internazionali dimostrano che il sovrappeso e l’obesità rappresentano il primo fattore di rischio cardiovascolare, infarto, diabete, alta tensione e cancro. Il semplice fatto di dimagrire riduce questi rischi. La mia dieta inoltre toglie due alimenti strettamente legati a queste malattie: gli zuccheri e i grassi saturi. Già dopo la terza settimana di dieta, i problemi di glicemia e di alta tensione migliorano mentre diminuiscono le medicine da assumere per risolvere questi disturbi. Ecco perché non sono simpatico ai produttori farmaceutici”.

A chi credere? A Dukan il quale spinge verso una dieta povera di alimenti, ma dai risultati concreti che, obiettivamente, ha reso felici molte persone, o ai medici e le case farmaceutiche annesse che consigliano l’uso di farmaci e diete assistite? E’ un dilemma che, sbroglierei volentieri, davanti ad una gustosa pizza fumante, accompagnata da un boccale di birra gelata.

Google+
© Riproduzione Riservata