• Google+
  • Commenta
15 giugno 2012

“Si” all’insegnamento dell’Inno di Mameli nelle scuole

Via libera della Camera al ddl che promuove l’insegnamento dell’Inno di Mameli nelle scuole e che inoltre istituisce la “Giornata dell’Unità”nazionale il 17 marzo; quest’ultimo nonostante rimarrà un giorno lavorativo, sarà caratterizzato da importanti manifestazioni che ricorderanno il 1861: anno in cui furono proclamate la Costituzione, l’Inno e la bandiera, elementi fondamentali della nostra italianità.

La legge, dal titolo “Norme sull’acquisizione di conoscenze e competenze in materia di cittadinanza e costituzione e sull’insegnamento dell’Inno di Mameli nelle scuole”, è stata avanzata da Paola Frassinetti, esponente Pdl e da Maria Coscia del Pd e con l’opposizione esclusivamente della Lega, entrerà in vigore a partire dal prossimo anno scolastico, indistintamente in scuole primarie e secondarie.

Così la Commissione Cultura, ha approvato una legge fondamentale per la conoscenza delle nostre radici, della nostra storia e per tutto ciò che ci ha resi e soprattutto ci ha fatto sentire italiani. Il “si” è giunto anche dalla Syp, rappresentanza altoatesina, infatti per venire incontro alle minoranze linguistiche, è stato aggiunto un emendamento in cui si precisa che la legge verrà applicata a tutti gli istituti italiani ma nel rispetto di quanto sancito dall’Art. 6 della Cost. in merito proprio alle minoranze linguistiche.

La Lega, nella persona di Davide Cavallotto, ha accusato:‹‹ questa legge è di stampo fascista perché obbliga i bambini ad imparare un inno che parla di schiavi e di chiome tagliate. Fino a quando non verranno rispettate le nostre lingue, come il piemontese e il veneto, e riconosciute dallo Stato centrale, non ci potrà essere rispetto per chi opprime la libertà di popoli con millenni di storia ››.

Ma a tali accuse replica il Pdl prima con Gianni Alemanno:‹‹ E’ una giornata felice per l’Italia, finalmente si pongono le basi per rinforzare tra i giovani un sano e consapevole sentimento patriottico ››. E ancora con Ignazio La Russa, il quale afferma:‹‹ Esprimo il mio sincero apprezzamento per l’approvazione in Commissione Cultura della Camera del ddl a firma dell’on. Frassinetti, sull’insegnamento a scuola dell’Inno di Mameli. Il canto degli italiani è parte integrante della nostra storia, del nostro essere tutti figli della stessa Patria, quella Patria per la quale tanti hanno sacrificato la propria vita ››.

Infine aggiunge l’esponente del Pd, Coscia:‹‹ Non si tratta solo di trasmetterlo ai bambini, ma di farglielo condividere, per questo va insegnato a scuola ››. Le deputate promotrici, ora attendono un rapito passaggio del ddl al Senato.

Google+
© Riproduzione Riservata