• Google+
  • Commenta
5 giugno 2012

Vogue contro l’anoressia

Vogue (tutte le redazioni con i diversi direttori), Vogue Italia e  la direttrice Francesca Sozzani dicono basta all’anoressia e alla bulimia e “dichiarano guerra” alla moda  pro-anoressia. Lo fanno tramite un’iniziativa concreta: “The Health Initiative”, una campagna di sensibilizzazione verso le ragazze, e soprattutto verso le giovanissime che sono sempre più ipnotizzate dalle modelle che compaiono sulle passerelle e da cui prendono spunto.

In promozione di questa campagna Francesca Sozzani dichiara: “Feeling good, ovvero stare bene, curarsi seguendo una corretta alimentazione e adottando uno stile di vita sportivo genera la vera bellezza. E bisogna agire per migliorarla, e per migliorarsi, senza fobie o estremismi, sino ad arrivare ad accettare i propri difetti”. 

Nel prossimo numero in uscita in Italia, in copertina troviamo una radiosa Isabella Rossellini, sessantenne e icona di fascino e bellezza, in uno scatto del fotografo Steven Meisel, contornata proprio dalla scritta “Feeling Good”; la copertina incarna alla perfezione il messaggio che la campagna di sensibilizzazione vuole far arrivare. Nell’intervista concessa a Vogue la Rossellini dichiara: “Questo mese compio sessant’anni, rincorrere una giovinezza perduta non è nelle mie corde. Faccio attenzione a quello che mangio ma sono anche dieci chili in più di quando facevo la modella, perché nel tempo il metabolismo cambia”

Con questa campagna si chiede agli stilisti di proporre modelle “sane”, non troppo magre e non affette da disturbi alimentari; in modo da far passare il messaggio che salute è sinonimo di bellezza e non magrezza, infatti il numero di Giugno 2012, verrà distribuito nelle scuole di moda e nelle farmacie di tutto il Paese proprio perché si vuole associare il concetto di salute e benessere con la bellezza ed il mondo della moda.

Ciò che dovrebbe entrare nella mente delle ragazzine, ma anche delle donne, è che non importa che taglia si indossa, che circonferenza hanno le proprie cosce o il proprio ventre, la perfezione non esiste se non si è felici, e la felicità sta nelle piccole cose quotidiane, non la dà la bilancia.

 

Google+
© Riproduzione Riservata