Elodie accusa Marco Masini di body shaming: cos’é e cosa significa

Francesca Di Stasio 21 Febbraio 2020

La cantante Elodie accusa Marco Masini di body shaming dietro le quinte dell'Ariston: ma cosa è successo tra i due? E cosa significa body shaming: cos'é questo comportamento, un reato?Da giorni circolavano voci su una presunta lite avvenuta dietro le quinte del Festival di Sanremo tra la cantante Elodie, ex partecipante di Amici di Maria De Filippi e Marco Masini.

Ora, è stata la stessa fidanzata di Marracash a confermare questi rumors durante un’intervista radiofonica rilasciata nelle scorse ore. Elodie ha utilizzato un termine particolare, riferendosi a Masini: Body shaming. L’ex concorrente di Amici che al Festival ha incantato tutti con il brano Andromeda scritto per lei da Mahmood, ha svelato i retroscena di ciò che davvero è successo tra lei e Masini poco prima di salire sul palco della famosa kermesse canora. Ecco quali sono state le sue dichiarazioni fatte in radio.

Elodie accusa Marco Masini di body shaming avuto al Festival di Sanremo 2020

Elodie ha detto che quanto si vocifera in questi giorni è vero. Masini gli ha fatto body shaming dicendole più volte di mangiare. Ha poi aggiunto di essere ancora arrabbiata con lui perché tra l’altro ne ha parlato cinque minuti prima dell’esibizione, quando era tesa. Masini più volte le avrebbe chiesto perché non mangia.

La battuta che la cantante ha creduto fosse volta a sottolineare eventuali disturbi alimentari l’ha fatta andare su tutte le furie. Per questo sarebbe nata una discussione davvero molto accesa tra i due. Una discussione che non è stata mai chiarita, stando sempre a quanto ha dichiarato Elodie nelle scorse ore.

Marco Masini con le sue battute avrebbe voluto far riferimento a una presunta eccessiva magrezza della collega, scatenando per questo la sua reazione. Elodie ha ripetuto più volte il termine body shaming. Ma cos’é e cosa significa? Scopriamolo.

Cos’è il body shaming: significato, come si pratica e perché evitarlo

Cerchiamo di capire bene cos’è il body shaming: significato della parola e cosa significa subire questa pratica. E’ l’atto di deridere, offendere o giudicare una persona per il suo aspetto fisico. In particolare si fa riferimento con questo termine a quando si prende di mira una caratteristica, o una peculiarità fisica. Per esempio, la magrezza, l’altezza o la bassezza. E ancora il colore dei capelli e l’acconciatura, la presenza sul corpo di tatuaggi o piercing. L’espressione letteralmente significa “far vergognare qualcuno del proprio corpo”. Si tratta di un neologismo coniato da diversi anni, la cui accezione non è per niente positiva.

Chi usa questa pratica va a colpire i difetti di un fisico che non viene considerato all’altezza dei canoni estetici della società e della cultura attuale.Tutti noi nella vita quotidiana possiamo agire in questi termini anche senza rendercene conto. Ognuno di noi può con leggerezza esprimere un giudizio sull’aspetto fisico di una persona. Tante volte si sentono espressioni come: “Ma quanti tatuaggi ha? Si vede la cellulite oppure non dovrebbe pubblicare foto in costume.” Questa derisione del corpo altrui colpisce soprattutto gli adolescenti ed è stata acutizzata sui social dove molto spesso si perde il confine tra delicatezza e sincerità. Ma cosa implica questo comportamento dal punto di vista psicologico? Ecco quali conseguenze anche piuttosto gravi ne possono derivare.

Conseguenze psicologiche del body shaming

Sapere cos’è, fa capire la gravità dell’azione messa in atto per realizzarla. A tutti gli effetti una forma di bullismo che andrebbe evitata e combattuta. Dietro il corpo di una persona si nasconde la sua storia di vita e un commento anche banale riferito all’aspetto fisico, può suscitare dolore. Quando si giudica il fisico di una persona, si possono toccare tasti molto delicati e creare conseguenze anche gravi. Dietro i chili persi o i chili presi può celarsi un momento emotivamente molto difficile. Questa pratica riduce l’autostima e può portare ad avere disturbi alimentari, ansia e addirittura depressione. Inoltre in alcuni casi gravi può sfociare in bulimia o anoressia.

Come può essere combattuto? Cosa deve fare chi ne è vittima? Chi lo fa dovrebbe evitare commenti inopportuni che possono arrecare dolore e talvolta danni. Chi lo riceve invece non deve assolutamente cambiare la propria persona per piacere agli altri o per adeguarsi agli standard. Oggi ci si confronta continuamente con i modelli proposti da social e media diventando spesso dei critici spietati. Per concludere sembra banale dirlo ma bisogna ricordare che la perfezione non esiste e il bello è proprio nella diversità e nell’imperfezione.

© Riproduzione Riservata
avatar Francesca Di Stasio Ho una laurea in Lingue e Culture straniere e una passione per la scrittura che coltivo da diversi anni. Amo imprimere idee, eventi, storie non solo sulla pagina ma anche attraverso la fotografia. Sono un'esploratrice appassionata di luoghi, culture e tradizioni. Vado alla scoperta di nuovi sapori e io stessa mi diletto in cucina nella creazione di piatti originali. Adoro viaggiare. Credo che i viaggi e le nuove esperienze siano una fonte preziosa di arricchimento personale. Impegno e dedizione mi contraddistinguono. I miei interessi spaziano ​dalla cultura allo spettacolo, dall'attualità alla musica. Con minuziosità e accuratezza sono alla costante ricerca di informazioni, fatti, avvenimenti, curiosità da trasmettere ai lettori. Per il Portale Controcampus curo la rubrica "Il Personaggio." Ritratti e biografie di personaggi noti. Una lente di ingrandimento sulla loro vita alla ricerca di segreti inconfessati e lati nascosti senza tralasciare alcun dettaglio e lasciando emergere, attraverso la scrittura, solo ciò che è autentico e veritiero. Leggi tutto