• Google+
  • Commenta
19 giugno 2012

Welfare e diritti, il sistema di tutele nel lavoro pubblico

“Il sistema di tutele nel lavoro pubblico”. È il tema del seminario che giovedì 21 giugno, alle 15, nella sala Tomadini dell’Università di Udine (via Tomadini 30/a a Udine) concluderà il corso di aggiornamento professionale “Welfare e diritti” organizzato dalla facoltà di Economia dell’Ateneo friulano e finanziato dall’Inpdap. Al termine si terrà la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza ai corsisti, tutti dipendenti pubblici di vari comparti che si sono formati sulle tematiche giuslavoristiche e previdenziali del pubblico impiego.

 

Il primo intervento, di Monica Parrella, dirigente generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinatrice della Rete Armida, riguarderà la presenza delle donne ai vertici delle pubbliche amministrazioni e i nuovi modelli di organizzazione. La relazione di Oriella Martorana, magistrato della Corte dei Conti del Friuli Venezia Giulia, si concentrerà invece sulla spesa per il personale del pubblico impiego. Infine, Leopoldo Coen, professore di Diritto amministrativo all’Università di Udine, affronterà il tema della ricaduta delle manovre economico-finanziarie sul welfare gestito dagli enti locali e, quindi, sui servizi alle persone. Presiede e introduce il seminario il preside della facoltà di Economia, Marina Brollo.

 

Porteranno i saluti iniziali: il rettore Cristiana Compagno; il direttore del corso, Valeria Filì; il direttore dell’Inpdap (ora Inps Gestione ex Inpdap) del Friuli Venezia Giulia, Mara Nobile; il direttore dell’Inps per il Friuli Venezia Giulia, Rocco Lauria; l’assessore regionale, Andrea Garlatti; il sindaco di Udine, Furio Honsell; l’assessore comunale di Pordenone, Bruno Zille; il vicepresidente della Provincia di Udine, Daniele Macorig; l’assessore provinciale di Trieste, Mariella Magistri De Francesco; il direttore generale dell’’Azienda ospedaliero-universitaria “Santa Maria della Misericordia” di Udine, Carlo Faveretti, e Gabriella Moratto dell’Ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia.

Google+
© Riproduzione Riservata