• Google+
  • Commenta
10 luglio 2012

All’Unimore nasce l’Ufficio del Difensore civico

Apre le proprie attività presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, l’Ufficio del Difensore civico, che interverrà su richiesta di studenti, docenti o personale tecnico amministrativo dell’Ateneo come garante della correttezza delle attività universitarie. Il dott. Mauro Lugli, già Presidente del Tribunale di Modena, ricoprirà questo incarico per un mandato di quattro anni.

Si è insediato oggi, lunedì 9 luglio, presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia il Difensore civico, figura prevista dal nuovo Statuto di Ateneo, chiamata ad operare quale organo di garanzia dell’imparzialità e della correttezza dell’attività dell’Università. Designato a ricoprire questo ruolo, il dott. Mauro Lugli, già Presidente del Tribunale di Modena, chiamato a questo incarico dal Senato Accademico, su proposta del Rettore,  prof. Aldo Tomasi. Il suo mandato durerà quattro anni.

Alla figura del Difensore civico potranno rivolgersi tutti coloro che appartengono alla comunità universitaria (studenti, docenti e personale tecnico amministrativo) e chi intrattiene rapporti giuridici con l’Ateneo di Modena e Reggio Emilia qualora si ritengano lesi in un proprio diritto o interesse da abusi, disfunzioni, carenze, ritardi, violazioni di legge o di principi di buona amministrazione, posti in essere da azioni riferibili ad organi di Ateneo, al personale docente o tecnico-amministrativo.

La richiesta di intervento del Difensore civico d’Ateneo può essere inoltrata esclusivamente in forma scritta attraverso l’indirizzo mail difensorecivico@unimore.it o indirizzata all’attenzione del Difensore civico e recapitata in busta chiusa alla segreteria particolare del Rettore (via Università 4 41121 Modena).

Google+
© Riproduzione Riservata