• Google+
  • Commenta
4 luglio 2012

Erasmus: non chiudiamo la nostra esperienza in valigia

In occasione del venticinquesimo anniversario del programma Erasmus, la Facoltà di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” e il Centro di Eccellenza Europeo Jean Monnet dell’Ateneo fiorentino, hanno organizzato, dal 31 maggio al 1 giugno, la conferenza: “THE EU AND THE WORLD: NEW CHALLENGES AND TRENDS, Twenty-seven ideas from the Erasmus generation”.

All’Università di Firenze, nei due giorni di conferenza, hanno partecipato 54 studenti provenienti da 27 paesi e si è discusso di integrazione europea, un futuro per l’Europa.

Si sono pronunciati Parlamentari Europei e studenti provenienti da tutti i paesi dell’Unione.

L’evento, organizzato, fra gli altri, anche in collaborazione con l’Agenzia Nazionale LLP, ha permesso a 54 giovani, selezionati da una università partner per ciascun paese membro, di dire la loro, presentando specifiche proposte e discutendo sul processo di integrazione con una rappresentanza delle istituzioni europee.

L’obiettivo dell’incontro è stato quello di offrire la possibilità agli studenti di esporre nuovi e giovani punti di vista. Siamo infatti tutti d’accordo nel dire che l’esperienza erasmus sia formativa e costruttiva, ma questa rischia spesso di restare chiusa nella valigia del singolo studente, quando è invece molto importante parlarne, discuterne, per metterne in evidenza le pecche e migliorarne la qualità.

Così facendo gli studenti si sono resi testimoni dell’esperienza individuale ed hanno perciò contribuito alla crescita e alla ottimizzazione del progetto.

Google+
© Riproduzione Riservata