• Google+
  • Commenta
5 luglio 2012

Federico II: siglato l’accordo con il Consorzio Agrario di Caserta

Nuovo rilancio per il Consorzio Agrario Provinciale di Caserta. Che trova un partner nell’Università degli studi di Napoli “Federico II“. L’ateneo napoletano fiancheggerà il Consorzio nel protocollo di ricerca sull’alimentazione della bufala da latte.

Dopo la crisi che l’ha colpito nel 2008 e nel 2009, Il Consorzio Agrario Provinciale di Caserta riformula i suoi progetti nell’ambito del convegnoSistema Agroalimentare e filiere produttive, un patto per la crescita“, tenutosi il 29 giugno alla Camera di Commercio a Caserta. Obbiettivo dell’incontro è stato il consolidamento del suo programma di tutela e promozione delle eccellenze produttive caratteristiche di Terra di Lavoro. L’incontro ha evidenziato la necessità di connettere sviluppo e competitività tra territori.

Saranno le tipicità territoriali a “fare sistema” per il rilancio sui mercati nazionali e internazionali. Ma tra le proposte spicca pure la creazione di una rete di istituzioni e imprese, con un ruolo importante attribuito pure ai settori della ricerca e dell’innovazione. E un primo passo in questo senso è la presentazione della nuova convenzione con l’Università degli studi di Napoli “Federico II”.

Al centro dell’accordo con l’ateneo napoletano è lo studio e la ricerca per l’ottimizzazione degli standard alimentari dedicati alla bufala da latte: la produzione di un latte di ottima qualità avrà certamente ricadute sulla produzione-importantissima nel territorio casertano- della mozzarella.

Il presidente del Consorzio Raffaele Marrandino ha fortemente voluto questa collaborazione, per “intervenire concretamente nell’ambito dell’allevamento bufalino, offrendo una opportunità scientifica per migliorare la produzione del latte e dell’intero sistema di filiera“.

Ciro Costagliola, rappresentante della Provincia delegato dal presidente Zinzi, assicura il sostegno dell’istituzione al consorzio agrario per agevolare la crescita agricola di Terra di Lavoro, non solo attraverso la valorizzazione delle eccellenze, ma anche attraverso la ristrutturazione delle filiere produttive, con un occhio attento al patrimonio storico e culturale, per mantenere vivace il rapporto con le attività turistiche.

E il professore Pasquale Campanile (facoltà di Veterinaria), impegnato nella sottoscrizione di un protocollo d’intesa con il consorzio nel senso di una ricerca industriale dedita alla nutrizione delle bufale da latte ha commentato: “Il consorzio agrario provinciale di Caserta può rappresentare per la sua natura associativa e la sua storia, il punto di sintesi per la ricerca e l’innovazione per le imprese“.

Lo stesso Raffaele Marrandino ha ricordato nel suo intervento che: “Abbiamo voluto evidenziare la necessità di mettere al centro del confronto le filiere produttive, per realizzare un Patto per la Crescita dell’intero sistema e dei soggetti che ne fanno parte a partire dalle imprese. Mai come oggi sentiamo il bisogno di una politica agricola che faccia sistema, in cui tutti gli operatori, associazioni ed istituzioni diano vita ad un programma di sviluppo condiviso e sostenuto adeguatamente per far fronte alla delicata competizione nazionale ed internazionale. Le nostre produzioni di eccellenza arrivano in ogni parte del mondo rappresentando orgogliosamente il nostro territorio ed il lavoro di chi ne è il protagonista: l’imprenditore agricolo“.

E rassicurando gli intervenuti sulla salute del Consorzio, adesso affidato alle cure amministrative del direttore Luigi De Angelis, Marrandino ha annunciato: “Intanto ieri l’assemblea dei soci ha proceduto all’approvazione del bilancio, seppur parziale per la sua durata e frutto della gestione commissariale, esso va dal 26 luglio al 31 dicembre 2011 con un fatturato di 8 milioni e 700 mila euro, chiudendo l’esercizio con una perdita di 160 mila euro. Un dato che siamo certi, sulla base del lavoro di risanamento che stiamo portando avanti a partire dall’insediamento dell’assemblea dei 266 soci del consorzio avvenuto il 15 marzo scorso, sapremo correggere riportando la gestione 2012 in attivo, segnando una svolta decisiva per il futuro del Consorzio Agrario Provinciale“.

Pure Antonio Marulli di Confagricoltura ha enfatizzato la necessità di “difendere le filiere produttive, facendo attenzione al prodotto di eccellenza del nostro territorio, la mozzarella di bufala e delle modifiche del disciplinare“. Le filiere sono centrali anche nelle riflessioni di Gianni Lisi, direttore della Federazione Coldiretti di Caserta: “Il tema delle filiere produttive è un tema di forte attualità e con il consorzio agrario si potrà dare stabilità all’intero sistema di filiera auspicando al più presto che possa aderire ai Consorzi Agrari d’Italia“.

E Giuseppe Raimondo, presidente del Consorzio di Tutela della mozzarella, ha ricordato i progressi del Consorzio Agrario di Caserta, partito “dalla piena partecipazione degli allevatori all’assemblea associativa” e dalla “piena disponibilità ad ogni confronto per lo sviluppo del comparto dove in Campania si registrano ben 15 mila addetti incluso l’indotto“.

Tra gli interventi, si segnalano infine quello del presidente Mario Campofreda, dell’ordine dei medici veterinari di Caserta, e quello del presidente Carlo Numeroso, del consorzio vitivinicolo Vitica.

Il Consorzio Agrario di Caserta si prepara ormai per le sue prossime iniziative di confronto tra istituzioni, università, organizzazioni di categoria e imprese agricole su tematiche spinose come il credito in agricoltura e l’innovazione tecnologica in campo agricolo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy