Giornata mondiale del turismo: frasi e citazioni famose

Carolina Campanile 27 Settembre 2020

Il 27 settembre, quando si celebra la Giornata mondiale del turismo, frasi, citazioni e aforismi servono per capire le origini e il significato del World tourism day.

Come leggerete nell’articolo, la storia degli spostamenti va da sempre di pari passi con la storia dell’uomo. Da quelli per la ricerca di cibo all’immigrazione, fino ad arrivare ai giorni nostri. Lo scopo del World tourism day è quello di promuovere la consapevolezza delle persone sull’importanza di questo settore. E sul valore sociale, culturale, politico ed economico che apporta alle comunità. Ogni anno la ricorrenza presenta un tema diverso, di cui i più importanti, secondo noi, sono la sostenibilità e l’accessibilità. Il turismo si trova all’avanguardia di molte iniziative per l’energia sostenibile più moderne ed innovatrici, afferma il Segretario dell’UNWTO. Aiuta a proteggere il medio ambiente, crea opportunità economiche e posti di lavoro per milioni di persone, non solo nel settore ma anche in altri. Il World tourism day è il giorno più importante, perché costituisce un’opportunità per sottolineare i passi fatti fino ad ora ed incentivare nuove azioni. 

Passiamo ora al tema dell’accessibilità. In Europa ben 127 milioni di persone hanno bisogno di servizi particolari. Di questi, 46 milioni presentano una disabilità mentre 81 milioni sono over 65. Nella nostra penisola ne possiamo contare ben 10 milioni. Queste persone necessitano, come detto, di imprese turistiche attrezzate per accoglierle. Ma purtroppo sono ancora poche le strutture ricettive adeguate. Ogni individuo ha diritto di accedere ai servizi su un piano di parità, eppure 1 miliardo di persone in tutto il mondo deve ancora affrontare ostacoli che complicano l’accesso ai servizi fondamentali del viaggio. La speranza è che questa giornata faccia capire che nessuno va lasciato indietro, soprattutto se ci sono i mezzi e le tecnologie moderne a disposizione.

Origini Giornata mondiale del turismo: perché si celebra il 27 settembre il World tourism day

Ogni anno il giorno 27 settembre si celebra la Giornata mondiale del turismo, in inglese World tourism day. Istituita nel settembre del 1979, a volerla fu l’Assemblea generale delle Nazioni Unite. La ricorrenza è promossa dall’United Nations World Tourism Organization (UNWTO). Si tratta dell’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa della promozione di una forma di turismo responsabile, sostenibile e accessibile a tutti. Cos’altro fa l’Organizzazione? Promuove quest’attività come motore della crescita economica, dello sviluppo inclusivo ma anche della sostenibilità ambientale. Diffonde informazioni e conoscenze, e lavora per rendere questo mondo uno strumento per lo sviluppo. E lo fa in più di 100 Paesi nel mondo, attraverso progetti di assistenza. A quest’organizzazione aderiscono 158 Paesi, 6 membri associati e oltre 500 membri affiliati. Questi ultimi rappresentano il settore privato, le istituzioni educative e le associazioni turistiche. Dal 1978 anche l’Italia ne fa parte, con 24 organizzazioni come membri affiliati.

La data della ricorrenza vuole ricordare la ratifica dello Statuto dell’UNWTO, o anche OMT in italiano, risalente al 1970. Tante cose sono cambiate da quegli anni in cui viaggiava solo chi aveva una situazione economica favorevole. Se anni fa assistevamo ad un fenomeno di nicchia, oggi parliamo di un vero e proprio fenomeno di massa. Con quasi 1,2 miliardi di viaggiatore internazionale all’anno, questo ramo è diventato un potente settore economico. – ha dichiarato l’ex Segretario generale dell’ONU. Un passaporto per la prosperità e la pace, una forza di trasformazione dirompente per migliorare milioni di vite. Eppure oltre 1 miliardo di persone, che vivono con disabilità, ancora affrontano ostacoli insormontabili. Arriviamo così a toccare un punto che in alcune città del mondo rappresenta ancora un’utopia. L’accessibilità per tutti dovrebbe essere al centro delle politiche di questo settore, come un vero e proprio diritto umano. 

World Tourism Day: storia e significato

La storia del turismo si intreccia da secoli a quella dell’uomo, potremmo dire sin dagli inizi dei tempi. I primi spostamenti si collocano all’incirca nel 450 a.C. quando, a piedi o in groppa a muli o asini, gli uomini si spostavano in circa di cibo. Arriviamo così al XV secolo, in cui si posero la basi per la nascita delle società moderne. Veniva scoperte e aperte ai navigatori nuove rotte geografiche, grazie alle quali si potevano metter in contatto le civiltà di tutto il mondo. Si trattò senz’ombra di dubbio di una fase storia importantissima. Gli spostamenti turistici come li conosciamo noi hanno una data di origine. Era il 5 luglio 1841 e Thomas Cook, sfruttando l’invenzione del treno, organizza un viaggio di 11 miglia da Leicester a Loughborough. Il viaggio fu un tale successo che Cook decise di iniziare ad organizzare quelli che noi oggi chiamiamo pacchetti turistici.

Non dimentichiamoci del Grand Tour, viaggi studio dedicati ai rampolli dell’aristocrazia. Oltre alle scoperte geografiche quegli anni ci hanno lasciato altro: l’evidenza, come dicevamo prima, di come nel passato si spostassero solo le famiglie aristocratiche. Con l’industrializzazione, poi, i viaggi divennero alla portata di molte più persone. Oggi ne esistono davvero tante forme, dal quello sostenibile pensato per l’ambiente e quello più stravagante come il naturismo. Ma non solo viaggi di piacere; infatti, secondo alcune stime, un posto di lavoro su dieci è legato al mondo dei viaggi. Negli ultimi 15 anni il settore ha avuto un incremento del 9,5%. La sua crescita genera immense opportunità, proprio a partire dal piano lavorativo con nuovi posti di lavoro. Si è registrato inoltre un aumento delle presenze anche in mete mai considerate prima. Qual modo migliore per festeggiare la Giornata mondiale del turismo se non con un bel weekend fuori porta?

Citazioni per la Giornata mondiale del turismo: frasi

Le migliori frasi per la Giornata mondiale del turismo del 27 settembre, citazioni famose sui viaggi e aforismi da condividere in occasione del World tourism day.

  • Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi. – Anonimo
  • L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso. – Anne Carson
  • Le nostre valigie erano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevamo molta strada da fare. Ma non importava, la strada è la vita. – Jack Kerouac
  • Le radici sono importanti, nella vita di un uomo. Ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove. – Pino Cacucci
  • Alcuni luoghi sono un enigma. Altri una spiegazione. – Fabrizio Caramagna
  • Le città sono sempre state come le persone, esse mostrano le loro diverse personalità al viaggiatore. A seconda della città e del viaggiatore, può scoccare un amore reciproco, o un’antipatia, un’amicizia o inimicizia. Solo attraverso i viaggi possiamo sapere dove c’è qualcosa che ci appartiene oppure no, dove siamo amati e dove siamo rifiutati. – Roman Payne
  • Siamo tutti viaggiatori nati. Abbiamo polvere di stelle nelle vene, cartine geografiche con strade d’argento negli occhi e istruzioni per viaggiare fino a Andromeda. – Fabrizio Caramagna
  • E non c’è niente di più bello dell’istante che precede il viaggio, l’istante in cui l’orizzonte del domani viene a renderci visita e a raccontarci le sue promesse. – Milan Kundera
  • I grandi viaggi hanno questo di meraviglioso, che il loro incanto comincia prima della partenza stessa. Si aprono gli atlanti, si sogna sulle carte. Si ripetono i nomi magnifici di città sconosciute. – Joseph Kessel
  • Non c’è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita. – Alphonse de Lamartine
Evento del giorno: Giornata mondiale del turismo
La storia del turismo si intreccia da secoli a quella dell'uomo, potremmo dire sin dagli inizi dei tempi. Istituita nel settembre del 1979, la Giornata mondiale del turismo fu voluta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. La data della ricorrenza vuole ricordare la ratifica dello Statuto dell'United Nations World Tourism Organization , o anche Organizzazione Mondale del Turismo in italiano, risalente al 1970.
Nome EventoGiornata mondiale del turismo
Data istituzione27/09/1979
Data ricorrenza27/09/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti
ScopoPromuovere una forma di turismo sostenibile, responsabile e accessibile a tutti.
Evento del giorno: Giornata mondiale del turismo
La storia del turismo si intreccia da secoli a quella dell'uomo, potremmo dire sin dagli inizi dei tempi. Istituita nel settembre del 1979, la Giornata mondiale del turismo fu voluta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. La data della ricorrenza vuole ricordare la ratifica dello Statuto dell'United Nations World Tourism Organization , o anche Organizzazione Mondale del Turismo in italiano, risalente al 1970.
Nome EventoGiornata mondiale del turismo
Data istituzione27/09/1979
Data ricorrenza27/09/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti
ScopoPromuovere una forma di turismo sostenibile, responsabile e accessibile a tutti.
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto