• Google+
  • Commenta
15 luglio 2012

La Cattolica impegnata nelle zone colpite dal sisma

Milano – La Cattolica in Emilia per dare sostegno psicologico alle popolazioni colpite dal sisma. Il gruppo di lavoro del master “Relazioni d’aiuto in contesti di vulnerabilità e povertà nazionali e internazionali” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano è giunto a Moglia, paese della provincia di Mantova, guidato da Cristina Castelli.

Tre assistenti del mastern, alcuni ex tirocinanti e diversi studenti dallo scorso 5 luglio si trovano nel campo allestito dalla Protezione civile della Regione Lombarbia per offrire supporto alle popolazioni vittime del terremoto. Le attività, finanziate dalla Fondazione Credito Valtellinese, coinvolgono circa ottanta ragazzi di cui cinquanta frequentano il Grest della parrocchia di Moglia e  trenta hanno un’età inclusa tra i quattro e i sedici anni.

L’obiettivo principale del progetto è aiutare gli stranieri, provenienti dall’India, Pakistan e Nord Africa, ad integrarsi nella difficile quotidianetà fatta di file per mensa, per le docce e per le azioni di tutti i giorni. Il gruppo di lavoro mira a far dialogare tutti i ragazzi organizzati in diverse di attività di gioco e riuniti durante i pasti, pranzo e merenda, distribuiti dai volontari e offerti dalla Protezione civile.

Inoltre, le famiglie aderenti hanno ricevuto un depliant informativo inerente alla gestinione a livello psicologico dei possibili problemi riscontrati nei bambini. La guida curata dallo stesso master mira a dare un contributo reale nella gestione delle reazioni emotive dei piccoli nei casi di calamità naturali e al tempo stesso rassicurarli e promuovere comportamenti propositivi in seguito al dramma vissuto. E’ innanzittutto necessario spiegare ai bambini in cosa consista un fenomeno naturale e naturalmente è fondamentale accogliere le loro reazioni senza banalizzarle, giudicarle o banalizzarle.

Invitare a scrivere o a raccontare ciò che hanno vissuto può essere una terapia stimolante al fine del processo di superamento del trauma. Inevitabilmente al seguito di un esperienza così forte in giovane età, i piccoli necessiteranno di un certo periodo di tempo per recuperare la fiducia e la stabilità di prima.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy