• Google+
  • Commenta
5 luglio 2012

Le donne leggono il 7% in più rispetto ai maschietti

A fare la differenza dei lettori in Gran Bretagna tra femmine e maschi sono le ragazze. La differenza è del 7% in più, dove è il sesso femminile a leggere più libri rispetto ai maschietti. Sono i dati emersi da una valutazione nazionale ed internazionale effettuato dalla Commissione Parlamentare mista della Grand Bretagna.

Secondo i dati, già a 7 anni le bambine leggono di più rispetto ai bambini di sesso maschile, mentre la differenza arriva fino al 14% alla fine della scuole obbligatorie, gli undici anni.

Nel 2010 invece in Italia secondo un sondaggio dell’Istat sono sempre le donne a detenere il primato di lettrici rispetto al pubblico maschile; in quell’anno, il 53,1% dei lettori nel nostro paese era costituito proprio da donne, contro il 40,1% di lettori di sesso maschile.

I dati emersi dalla recente valutazione sono stati letti sotto due ottiche; il sesso maschile tende a leggere di meno rispetto al sesso opposto perchè, secondo una prima spiegazione meno razionale, le insegnanti donne tendono durante le loro lezioni a proporre alcuni libri o romanzi con argomenti più vicini all’universo del femminile.

Secondo l’altra ottica, la figura del padre nel nucleo familiare che legge libri aiuterebbe i maschietti ad avvicinarsi di più al mondo dei libri.

Nella stagione estiva, un libro è l’ideale amico per i maschietti e l’amica ideale per le femminucce da sfogliare sotto l’ombrellone.

Google+
© Riproduzione Riservata