• Google+
  • Commenta
2 luglio 2012

Premiazione Summer Cus

Sette medaglie vinte, di cui un oro, un argento e cinque bronzi, impreziosite da uno storico titolo nazionale nel calcio a 5, evento mai accaduto per gli sport di squadra nella storia del Cus friulano in 35 anni di attività. È questo il  bilancio della partecipazione degli studenti-atleti dell’Università di Udine ai Campionati nazionali universitari 2012, svoltisi rispettivamente a Bormio per l’edizione invernale e a Messina per l’edizione estiva, con rappresentanti nelle discipline di slalom speciale, judo, karate, calcio a 5 maschile e atletica leggera.

I giovani campioni che hanno tenuto alta la bandiera dei colori dell’Ateneo friulano sono stati festeggiati nel corso di un incontro a palazzo Florio dal rettore Cristiana Compagno che si è detta «molto orgogliosa dei risultati raggiunti», dal presidente del Centro universitario sportivo (Cus) di Udine Gian Luca Bianchi e dal delegato del rettore per le attività sportive Guglielmo Antonutto.

Salutando gli atleti il rettore ha sottolineato che «il mondo dello sport è un esempio di principi sani e di valori forti che legano passione, costanza e coraggio per conseguire un obiettivo. Sono insegnamenti profondi che dovete portare nella vostra vita di studenti universitari, nella vita di tutti i giorni e nel mondo del lavoro». Il rettore ha anche ricordato il sostegno dell’Ateneo alle attività sportive in quanto parte fondamentale della vita universitaria. Il presidente Bianchi ha evidenziato che «quest’anno il Cus Udine ha compiuto un’impresa storica: i ragazzi del calcio a 5 hanno conquistato la medaglia d’oro, evento mai avvenuto in precedenza per i colori dell’Ateneo friulano che non aveva mai avuto l’onore di fregiarsi del titolo di campione d’Italia nella disciplina». All’incontro sono intervenuti inoltre il presidente del Coni di Udine Silvano Parpinel, il vicepresidente del Coni regionale Giuliano Gemo, l’assessore provinciale alle Attività sportive e ricreative Mario Virgili, il presidente regionale della Fijlkam ((Federazione italiana judo lotta karate arti marziali).

La squadra udinese, coordinata dal team manager Marco Grossi, dal dirigente Cus Michele Francaviglia e dall’allenatore Alessandro Barile (neo laureato in Scienza dello sport), è composta dal meglio del calcio a 5 friulano per quanto riguarda gli atleti universitari. Questi i nomi: Massimo Benedetti (Giurisprudenza), Davide Collevati (Tecnologie web e multimediali), Raffaele Contin (Scienze agrarie), Ludovico Dal Bianco (Economia aziendale), Oliver Dimarch (Economia e commercio), Enrico Maiero (Scienze motorie), il capitano Marco Mancini (Tecnologie web e multimediali), Alessandro Osso Armellino (Economia aziendale), Jano Prima (Scienze motorie), Mattia Quaino (Scienze e tecniche del turismo culturale), Stefano Tomasino (Scienza dello sport).

Per lo sci Chiara Codeluppi (Scienze motorie) ha vinto la medaglia d’argento nello slalom speciale di Bormio. Per l’atletica leggera le sorelle Elisa e Giulia Boaro (Scienze agrarie) hanno vinto tre medaglie di bronzo nel peso, disco e giavellotto. Per judo e karate si sono aggiudicati la medaglia di bronzo Alessandro Cugini (Ingegneria civile) e Rossano Cadamuro (Ingegneria meccanica), rispettivamente nella categoria -66 kg di judo e nel karate kumite +90 kg. Infine hanno partecipato alle gare di judo Giulio Cittaro (Medicina), Andrea Posocco (Medicina), Massimiliano Sonego (Scienze agrarie) e di atletica Luca Sponza (Scienze motorie) per i 3000 siepi e Giulio Gattuso (Dams) per il salto in alto.

Google+
© Riproduzione Riservata