• Google+
  • Commenta
26 luglio 2012

UniMc accoglie il nuovo Senato Accademico

Una stagione all’insegna dell’eccellenza per l’ateneo maceratese.

Segno positivo nel bilancio consuntivo, aumentano gli studenti stranieri, importanti i risultati nell’ambito della ricerca europea.

Il nuovo Senato Accademico dell’Università di Macerata, la cui rappresentanza varrà per il triennio 2012/2015, ha ricevuto ieri le consegne dal precedente. Si tratta di un importante passaggio per l’attuazione del nuovo Statuto, secondo quanto previsto dalla legge di riforma universitaria. Primo compito per il Senato sarà avviare le procedure per completare il nuovo disegno istituzionale dell’Ateneo, con la formazione, in autunno, del nuovo Consiglio di Amministrazione.

Il processo di riorganizzazione dell’Ateneo già sta dando i primi importanti frutti – è il commento del rettore Luigi Lacchè che si apprende sul sito dell’ Unimc- oggi abbiamo una Università più snella e razionale. Parlo per esempio dei cinque dipartimenti, al posto delle 28 strutture didattico-scientifiche precedenti, che offrono un’immagine nitida di questa nuova semplificazione organizzativa, che risulta essere solida ed efficiente. Nello scorso giugno il “vecchio” Senato e il Consiglio di Amministrazione hanno approvato, sulla base delle relazioni positive del Collegio dei Revisori dei Conti e del Nucleo di Valutazione, il conto consuntivo dell’anno finanziario 2011, il primo del mio rettorato. Sul piano finanziario, il 2011 si caratterizza per una significativa inversione di tendenza in ordine al grado di copertura delle spese correnti. A fronte di spese pari a 47,5 milioni, l’Ateneo ha accertato entrate per 51,4 milioni, con un avanzo di parte corrente di 3,9 milioni che non si aveva dal 2007. Il risultato di amministrazione 2011 ha certificato un avanzo di 1.857.189. Pertanto, a FFO invariato, l’Ateneo è in grado di sostenere le attività istituzionali e caratterizzanti in maniera adeguata”.

La nostra Università – prosegue il rettore – mostra di possedere alcuni importanti fondamentali: sul piano delle iscrizioni e delle immatricolazioni abbiamo avuto riscontri incoraggianti. L’internazionalizzazione è in crescita: in meno di due anni abbiamo istituito quattro corsi di laurea internazionali; gli studenti stranieri che si sono immatricolati nel presente anno accademico sono passati dalla media del 3,7% a quella del 5,3%, ben superiore a quella nazionale. Anche nel settore della ricerca non mancano segni positivi soprattutto nell’ambito della ricerca europea. Nel 2010-2011 abbiamo presentato 27 progetti di cui 7 approvati. Nel 2012, sino ad oggi, ne sono stati presentati 25 con 4 esiti positivi e una nostra valente collega che ha vinto, come capofila, il primo Settimo Programma Quadro, ovvero un sostanzioso Bando Marie Curie di durata quadriennale. I dati ci dicono che dobbiamo fare molto di più e che lo possiamo fare proprio perché siamo, realmente, l’umanesimo che innova”.

Questa la composizione del nuovo Senato Accademico: il rettore Luigi Lacchè; i rappresentanti dei direttori dei Dipartimenti Michele Corsi, Fillippo Mignini, Ermanno Calzolaio, Francesco Adornato, Giulio Salerno; i rappresentanti dei docenti di prima fascia Massimo Montella, Patrizia Oppici, Claudia Cesari; i rappresentanti dei docenti di seconda fascia Stefano Polenta e Paola Nicolini; i rappresentanti dei ricercatori Stefania Mattucci e Tiziana Montecchiari; i rappresentanti degli studenti Francesco Annibali, Simona Sanna, Lorenzo Longo; i rappresentanti del personale tecnico amministrativo Anna Cimarelli, Andrea Dezi, Giuseppe D’Antini; il prorettore Rosa Marisa Borraccini partecipa senza diritto di voto; il direttore generale Mauro Giustozzi con funzioni di segretario verbalizzante.

Il precedente Senato, oltre che da rettore, prorettore e direttore amministrativo, era composto dai presidi delle Facoltà Alberto Febbrajo, Gianfranco Paci, Francesco Adornato, Antonella Paolini, Pier Giuseppe Rossi, Barbara Pojaghi e Enzo Catani; dai rappresentanti dei direttori di Dipartimenti e Istituti Gianluca Contaldi, Anna Ascenzi, Cristiana Mammana, Luciana Gentilli; dai rappresentanti degli studenti Lorenzo Longo e Claudio Voltattorni; dai rappresentanti del Pta, Giovanni Gison e Rita Monacelli.

 

 

Fonte notizia e immagine – Ufficio Stampa UniMc

 

Google+
© Riproduzione Riservata