• Google+
  • Commenta
22 agosto 2012

Caligiuri avvicina la Calabria e i bambini rom

Nei nostri giornali e telegiornali, purtroppo, la parola “rom” è spesso legata a notizie riguardanti incendi appiccati nei campi profughi, problemi legati all’integrazione della popolazione e a casi di razzismo nei loro confronti, o anche indagini e ricerche riguardanti l’illegalità e, spesso, l’analfabetismo che colpisce i bambini rom.

Ma questa volta, da Catanzaro, arriva una notizia positiva: partirà infatti, nell’ambito scolastico, un progetto volto all’integrazione e all’aiuto dei piccoli rom, che spesso riscontrano forti difficoltà di relazione con gli altri alunni.

La regione Calabria, con il suo 0,35% di studenti rom nelle scuole, detiene il primato nazionale; per questo motivo l’assessore alla Cultura, Mario Caligiuri, ha dichiarato, in una nota apparsa su regionecalabria.it, che “In vista della prossima apertura dell’anno scolastico, la Regione Calabria prestera’ grande attenzione anche alla presenza dei rom”. L’assessorato alla Cultura ha quindi promosso, insieme all’associazione Field, il “Progetto Rom. Un popolo di bambini”, che si occuperà di censire, programmare ed organizzare gli interventi nel settore.

“I Ministri della Pubblica istruzione, Francesco Profumo, e della Cooperazione, Andrea Riccardi – ha aggiunto Caligiurihanno espresso apprezzamento per l’iniziativa della Regione Calabria. Partendo dallo studio scientifico, nel quale si è fotografato lo stato dell’arte, sono stati definiti nove progetti sperimentali per l’integrazione degli alunni rom, assegnandoli ad altrettante ‘scuole polo’ che coprono l’intera regione”.

Le scuole, soprattutto elementari e medie, si trovano a Cosenza (Don Milani), Cassano, Catanzaro (Casalinuovo e Mattia Preti), Lamezia Terme (Gatti), Rosarno (Marvasi e Scopelliti-Green), Gioia Tauro (Primo circolo), Reggio Calabria (Alighieri), come ha dichiarato una nota dell’ufficio stampa della giunta regionale.

Le attività partiranno con l’inizio delle lezioni e, alla fine dell’anno scolastico, verranno pubblicati ufficialmente i risultati raggiunti. Ad affiancare l’iniziativa, la regione Calabria, in collaborazione con Amnesty International, il MiMaster di Milano, e la casa editrice “Coccole & Caccole”, ha realizzato un libro per ragazzi intitolato “Adrian vuole andare a scuola”. Il volume, scritto da Daniela Valente, illustrato da e pubblicato dalle edizione “Coccole & Caccole”, è stato adottato da Amnesty International come strumento educativo per tutte le regioni italiane.
A Settembre, alla ripresa delle lezioni, il Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti presenterà il progetto e ne spiegherà i dettagli in una scuola in cui la presenza di bambini rom è molto significativa.

 

Immagine presa da http://www.consorzioparsifal.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy