• Google+
  • Commenta
20 agosto 2012

Caro scuola in aumento: alcuni consigli utili per evitarlo

Ultime settimane di vacanze per milioni di italiani. E anche per gli studenti che a partire da metà settembre dovranno affrontare il nuovo anno scolastico.

E proprio per gli studenti è iniziata in questi giorni la rituale corsa all’acquisto dei libri e dei vari accessori scolastici, che si rivela ogni anno stressante per le elevate spese che richiede.

E quest’anno, in tempi di crisi, le spese sono ancora più costose. Secondo l’Osservatorio nazionale Federconsumatori, infatti, il budget che le famiglie dovranno sborsare per i loro figli è di circa 1000 euro, con un aumento del 6% rispetto allo scorso anno.

L’aumento riguarda soprattutto l’acquisto di zaini e astucci di marca, molto richiesti fra i più giovani, ma anche di libri e dizionari, con un incremento per questi del 5%.

Molte famiglie, dunque, dovranno fare i conti col caro scuola; ma ecco pronti per loro alcuni utili consigli per garantire il diritto allo studio dei loro figli con un budget più ridotto.

Tra i tanti consigli che si leggono sui siti dedicati alla scuola, vi è in primis quello di ricorrere all’acquisto di libri a seconda mano e, se possibile, all’acquisto on line; e in secondo luogo si raccomanda di evitare l’acquisto di zaini all’ultimo grido.

Inoltre viene dato spazio all’arte del riciclo. Si suggerisce infatti di riutilizzare, per quanto sia possibile, oggetti acquistati negli anni precedenti come portacolori e zaini per evitare gli inutili sprechi e favorire al tempo stesso un risparmio economico.

Ma oltre ai numerosi siti, a schierarsi contro il caro scuola vi è anche il portale Libri Gratis, istituito dal Codacons nel 2010. Qui, oltre a consultare ulteriori consigli per prevenire il rincaro delle spese scolastiche, è possibile pubblicare e leggere annunci che trattano di vendite e acquisti di tali beni.

Ma l’iniziativa più allettante e di recente attuazione è quella avviata dall’Istituto Majorana di Brindisi che ha trovato il consenso anche da parte del Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo. La scuola garantisce l’impegno nel provvedere alla stampa dei libri con un costo modico compreso tra i 15 e i 20 euro. L’auspicio è che all’iniziativa aderiscano anche le altre scuole italiane per garantire a tutti gli studenti un diritto allo studio più facilmente accessibile e con meno barriere.

 

Foto tratta dal sito www.shoppy.biz

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy