• Google+
  • Commenta
5 agosto 2012

TMNews palestinese: quanta forza nei bambini

Da Gaza arriva la notizia di un gruppo di bambini che hanno creato un vero e proprio programma televisivo,in collaborazione con una Ong palestinese indipendente. La responsabile del coordinamento Nihal ha spiegato che  il team di ragazzi che gestisce l’emittente  è stato scelto nell’arco di diversi anni.

Cercavo  tra le immagini proposte da Google una foto di bambini palestinesi che potessero rispecchiare la felicità,la loro giovine età, purtroppo ho trovato solo visi tristi,tanta sofferenza e dolore, lo scenario è cambiato quando ho guardato il video della trasmissione  TMNews creata e gestita prevalentemente da bambini: è sorprendente cosa, un gruppo di ragazzi di età media tra i 9 e i 15 anni, sia in grado di fare  in onda da uno studio televisivo. Momenti di gioco e ilarità, ma con una competenza comunicativa molto seria!

Saja, una delle piccole conduttrici, secondo quanto riportato da Il Sole 24Ore, ha raccontato: “quando conduco il mio programma  mi sento molto meglio, allegra. Quando sono annoiata chiamo qui e loro mi mandano a prendere in macchina e qui posso incontrare tanta gente interessante. Quando ho condotto la mia prima trasmissione mi è piaciuto così tanto che ho deciso di continuare su questa strada, sto frequentando dei corsi di giornalismo perché è questo il messaggio che voglio fare da grande”.

Tenaci, speranzosi, entusiasti più degli – e nonostante gli – adulti che nel loro futuro non ci credono quasi più. Questi bambini non fanno che sottolineare quanto la loro forza di volontà sia capace di sconfiggere qualsiasi cosa. Su Gulfnews.com, Rana Bakir, una delle produttrici, ha spiegato che: ”la maggior parte dei bambini che lavorano al canale radio-televisivo sono stati vittima di azioni violente di Israele contro la Striscia di Gaza. La trasmissione dà loro lo spazio di cui hanno bisogno per esprimersi”.

Con solo un microfono e una telecamera trasmettono ogni giorno sul web e via etere notizie e programmi per i loro coetanei. Vengono realizzati anche vari talk shows nei quali si discute di vita, sogni ed ambizioni dei bambini e delle bambine che vivono nella Striscia di Gaza.  Eman Abu Waked, 15, un altro giovane presentatore dell’emittente, ha puntualizzato che: “i programmi su cui lavoriamo non solo solo fatti dai bambini, ma sono rivolti ad altri bambini per intrattenerli e per riempire il loro tempo con programmi buoni e utili che siano di ispirazione ed aiuto per la loro vita quotidiana”.

C’è un video che ha fatto il giro del mondo che mostra i piccoli a lavoro: una cosa che non può mancare nel loro studio? Il sorriso e la consapevolezza che non ci sono solo vittime, ma soggetti che mettono al mondo il futuro.

Ecco il video:

 

 

Fonte foto: http://gulfnews.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy