• Google+
  • Commenta
31 agosto 2012

University of Montana: test d’ingresso contro lo stupro

Montana – L’università che testa la violenza più della sapienza. Come la maggior parte delle cose bizzarre che caratterizzano questo strano mondo, è successo in America. L’University of Montana non richiede alle proprie matricole una preparazione elevata ma piuttosto un’aggressività controllata.

L’ateneo, per porre rimedio ai numerosi episodi di violenza sessuale avvenuti all’interno del campus, ha deciso di sottoporre i candidati a un quiz on-line per testarne la propenzione alla violenza e la predisposizione allo stupro. Il test consiste in un video tutorial seguito da un quiz e, solo gli aspiranti studenti dell’University of Montana che ottengono un punteggio del 100% vengono ammessi.

Il tutorial di venti minuti è introdotto da un messaggio sintetico e chiaro: “La violenza sessuale può arrivare in ogni campus e a quello del Montana è già passata”. La professoressa associata e detentrice della cattredra presso l’università, Danielle F. Wozniak, ritiene che il campus sia il primo a  richiedere un’educazione di questo tipo e il test d’ingresso è la dimostrazione di quanto “non vogliamo che vengano a crearsi ancora eventi simili”.

Naturalmente l’idea, così sopra le righe e prima del suo genere, non poteva non ottenere dissensi e assensi da parte dell’opinione pubblica. Per molti il test consiste in una vera e propria “intimidazione psicologica”, ma le critiche perdono valore e significato davanti al ringraziamento da parte delle vittime di stupro. Probabilmente è proprio questo il dato più significativo: non abbandonare chi ha subito una tale aggressione, portare alla luce il problema e non gettarlo nel dimenticatoio insieme alle scarpe fuorimoda e i pattini a rotelle. L’importante è che se ne parli, nel bene e nel male, se ne parli.

Fonte: www.giornalettismo.com

immagine tratta da campusinnmissoula.com

Google+
© Riproduzione Riservata