• Google+
  • Commenta
8 settembre 2012

La scuola ricomincia: la colazione pure!

Ci siamo: la scuola sta per ricominciare ormai per tutti. Migliaia di studenti in questi giorni torneranno sui banchi di scuola dopo un’estate di vacanze. Ma, passate le vacanze, passa anche l’estate, e quindi tra poco sarà autunno; e, si sa, il cambiamento di stagione coincide con la riapertura definitiva delle scuole fino al Liceo, e quindi spesso molti studenti si sentono debilitati, stanchi, anche solo al pensiero di doversi alzare la mattina non più alle 9 o alle 10, ma alle 7 o prima!

Quindi ci sono dei rimedi, alcune semplicissime strategie, “trucchi”, che possono aiutare un bambino o un adolescente ad abituarsi come ogni anno, nuovamente, ai ritmi della giornata scolastica, notevolmente diversi da quelli tenuti durante le vacanze estive.

Il direttore della Clinica pediatrica Luigi Sacco di Milano Gian Vincenzo Zuccotti spiega, infatti, sul portale di informazioni rivolto agli appassionati di enogastronomia “vini e sapori“, assieme a tanti altri esperti in materia, come: “Innanzitutto è bene evitare di rientrare dalle vacanze estive nei giorni immediatamente precedenti alla riapertura delle scuole. Al contrario, un paio di settimane trascorse a casa prima del giorno del rientro possono essere utili per riprendere gradualmente i ritmi della frequenza scolastica, ad esempio anticipando progressivamente l’orario della sveglia fino a ritornare alle abitudini dei giorni di scuola”. Cara sveglia mattutina, sei tanto cara ma sei anche tanto odiata dagli studenti!

Gian Vincenzo Zuccotti sottolinea inoltre come: “Un’alimentazione corretta è importante, e la colazione è fondamentale per affrontare la mattinata. Quindi la colazione deve essere ricca, una colazione che aiuti il bambino a sostenere adeguatamente le proprie attività cognitive della mattinata senza avvertire un eccessivo senso di fame legato al cambiamento dei ritmi rispetto al periodo estivo. Utili allo stesso scopo sono anche adeguati spuntini che permettono di interrompere il lungo digiuno mattutino e forniscono quella quota calorica e glucidica che consente al bambino di raggiungere l’orario di pranzo mantenendosi vigile e attivo. Infine è sempre opportuna un’adeguata idratazione”. Come non essere d’accordo? Parole sante, queste del pediatra! Quindi, cari genitori, fate scorte di latte, cereali, frutta, merendine (magari non troppo pesanti) e quant’altro: perché la scuola ricomincia!

Si sa: cominciare bene la giornata è utile non solo agli studenti, ma a qualsiasi persona. E una buona colazione è sicuramente il miglior modo per affrontare la vita di tutti i giorni. Una colazione ricca ma possibilmente leggera. Il problema è che spesso l’italiano medio, poiché viviamo nel Paese in cui si mangia meglio al mondo, ha una concezione un po’ troppo personale di cosa significhi il termine “leggera” accanto al sostantivo “colazione”.

 

Immagine tratta da: www.blog.buonopasto.it

Fonte dichiarazioni: www.viniesapori.net

 

Google+
© Riproduzione Riservata