• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2012

Maestra legata e imbavagliata in istituto religioso

Siamo in provincia di Genova, vicino Lavagna, e questa storia ha veramente dell’incredibile: una maestra di scuola dell’Istituto privato scolastico delle Giannelline, gestito da un Istituto Religioso, ha vissuto una giornata che se la ricorderà per tutta la vita. La maestra, infatti, è stata prima imbavagliata e poi legata a una sedia all’interno dello spogliatoio delle insegnanti.

A trovare la maestra in tali condizioni è stata una sua collega, la mattina presto intorno alle 7.20. La maestra è stata ovviamente subito slegata ed è stato immediatamente avvertito l’Istituto scolastico e le suore Giannelline.

Ai carabinieri, la donna di 43 anni, ha raccontato nel dettaglio di essere stata minacciata con un coltello e aggredita da un uomo, che dopo averla imbavagliata e legata, non le avrebbe rubato nulla né avrebbe abusato di lei. L’uomo, quindi, sarebbe poi semplicemente fuggito. Una storia stranissima, che lascia pensare che forse l’uomo avrebbe qualche problema psichico.

Per sicurezza, comunque, la donna, in totale stato di choc, è stata trasportata all’ospedale di Lavagna. La triste curiosità di questo tragico evento è che la donna non ha subito violenze, non è stata nemmeno rapinata, e all’interno dell’Istituto Religioso non manca nulla.

Quindi la domanda che sorge spontanea è: perché l’uomo avrebbe compiuto un gesto simile?

Secondo la descrizione della donna, che non è riuscita a vedere bene l’aggressore, si tratterebbe di un uomo di mezza età italiano.

Il mistero si apre: la palla passa ai carabinieri.

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata