• Google+
  • Commenta
22 ottobre 2012

Parte la stagione 2012-2013 del Teatro Ca’ Foscari

Per l’anno teatrale 2012-2013 il Teatro Ca’ Foscari si sviluppa, consapevolmente, lungo tre direttrici.

Intanto, si rinnova il progetto del Cantiere Ca’ Foscari rivolto agli studenti e aperto alle giovani generazioni, che si articolerà da ottobre a aprile, in modo da permettere ai partecipanti di seguire un intero corso di formazione culturale e teatrale. L’attività riguarda l’intero arco della messinscena, dalla drammaturgia alla realizzazione, passando attraverso l’apprendimento della prassi espressiva e delle tecniche dei nuovi linguaggi.

Il secondo anno del “cantiere” teatrale avrà come tema guida i teatri asiatici e il pensiero teatrale orientale; la performance-saggio finale sarà dedicata alla figura di Tamerlano e alla città di Samarcanda.

Il cartellone della prossima stagione del Teatro Ca’ Foscari accoglie, oltre alle rappresentazioni nate dal laboratorio, un ciclo di rappresentazioni scelte fra le più recenti produzioni italiane e straniere.

Tra gli spettacoli di Sussulti, ancora, titolo del programma 2012/2013, sono presenti spettacoli che riflettono le problematiche del nostro presente, facendo ricorso agli incroci con il linguaggio del racconto e della poesia, al lavoro sulla memoria, all’interazione tra musica e parola e a sperimentazioni di nuove forme del teatro di figura.

Vi saranno, anzitutto, tre novità assolute: GIÚ della compagnia Scimone-Sframeli; La fabbrica dei preti di e con Giuliana Musso; La semplicità ingannata, di e con Marta Cuscunà.

Inoltre: la comicità surreale di Antonio Rezza; in collaborazione, poi, con il Centro di Alti Studi sulla Cultura e le Arti della Russia, sarà ospitato Il cappotto di Gogol’, una produzione del Teatro Stabile della Sardegna, per la regia di Guido De Monticelli, con Lia Careddu e, in prima assoluta, Incendiati, dall’omonimo romanzo di Antonio Moresco.

Infine, Margot (Margot Galante Garrone) presenta Cantologia, un’antologia di canzoni e di poesie da lei messe in musica.

Il terzo filone di attività previste, trae stimolo dall’incrocio, sperimentato nelle stagioni precedenti, fra didattica e ricerca dell’Ateneo, utilizzando la rappresentazione come uno strumento di approfondimento efficace della conoscenza e dei saperi. Saranno presentati sul palcoscenico del Teatro Ca’ Foscari le realizzazioni di studenti e docenti, collegate allo studio, all’esercizio delle traduzioni, al pensiero scientifico e filosofico.

All’inizio del quarto anno d’attività, le iniziative del Teatro Ca’ Foscari, che sono aperte non solo agli studenti e ai giovani, ma a tutto il territorio, vogliono rendere sempre più efficace la passione per la cultura e il teatro, mediante il confronto interpersonale e la valorizzazione dello spirito critico.

 

Fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy