• Google+
  • Commenta
17 ottobre 2012

Premiazione vincitori dei “Morgagni Prizes 2012”

Università degli studi di Padova – Il diabete è una delle malattie croniche più comuni nel mondo, dove oggi si stimano circa 300 milioni di pazienti, di cui 52 milioni in Europa e circa 400.000 in Italia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità parla di vera e propria epidemia se si considera che negli ultimi 20 anni i tassi di prevalenza sono triplicati. Il numero dei pazienti continua ad aumentare negli anni, principalmente a causa delle variazioni dello stile di vita, all’aumento della sedentarietà e dell’obesità e all’invecchiamento della popolazione. In Italia, la prevalenza è del 6% circa nella popolazione generale, ma arriva al 17% nella popolazione anziana.

In questo contesto, venerdì 19 ottobre alle ore 9.00 nell’Aula Morgagni del Policlinico Universitario di Padova, in via Giustiniani 2, si terrà il convegno Perspectives in Diabetes and Cardiovascular Disease, che affronterà tematiche multidisciplinari e che coinvolgerà alcuni tra i massimi esponenti italiani ed europei nel settore del diabete e delle complicanze cardiovascolari.

Responsabili scientifici del congresso GAETANO CREPALDI, Professore Emerito di Medicina Interna dell’Università di Padova e ANTONIO TIENGO, Professore Emerito di Endocrinologia e Malattie del Ricambio nella stessa Università. Nel corso del convegno verranno discusse strategie terapeutiche innovative del diabete e delle sue complicanze cardiovascolari, nonché aspetti della ricerca bio-molecolare nel settore metabolico.

Alle 12.00 verranno presentati i vincitori dei Premi Morgagni, prestigioso riconoscimento internazionale per la ricerca nel campo del diabete. Quest’anno la medaglia d’oro sarà assegnata a Markus Stoffel dell’Istituto di Biologia dei Sistemi Molecolari di Zurigo in Svizzera, che terrà la “lettura Morgagni” sul tema “Mechanisms integrating metabolic signals, adaptive behaviour and physiological responses in health and disease” (meccanismi che integrano i segnali metabolici, il comportamento flessibile e le risposte fisiologiche nella salute e nella malattia).

I vincitori dei due premi per giovani ricercatori sono invece: Timothy Frayling dell’Università di Exeter (UK) e Roberto Mallone dell’INSERM U986 e l’Hôpital Saint Vincent de Paul di Parigi. Due le sessioni del pomeriggio: “Innovative therapies in the world of diabetes” (terapie innovative nel diabete) e “Metabolism, longevity genes and the cardiovascular system” (Metabolismo, geni della longevità e sistema cardiovascolare).

La giornata si concluderà alle 18.30 con un tributo al Prof. Giovanni Federspil, Direttore della Clinica Medica 3° dell’Università di Padova, scomparso il 19 giugno 2010. Il tributo sarà tenuto dal Prof. Pierre Lefebvre, suo allievo, già Presidente della Società Internazionale di Diabetologia, e dal Prof. Roberto Vettor, suo successore nella direzione della Clinica Medica 3°.

 

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata