• Google+
  • Commenta
11 ottobre 2012

Roma Jazz Festival 2012: l’anno del “Visual Jazz”: data e curiosità

Roma Jazz Festival 2012
Roma Jazz Festival 2012

Roma Jazz Festival 2012Roma Jazz Festival 2012

Roma Jazz Festival 2012: l’anno del “Visual Jazz”: data e curiosità.

La nostra è un’era frenetica. Si cambia, si cambia, si cambia. Tutto va veloce e rivoluziona se stesso così in fretta da non dare il tempo di abituarcisi.

I tempi sono cambiati, ci sono nuove avanguardie, nuovi modi di fare arte e musica, sperimentazioni, contaminazioni e così via in un turbine impazzito di creatività. L’aspetto più rilevante in questo scenario è il connubio tra musica e immagini. L’immagine è, oggi, la forma comunicativa più potente e pregnante.

Oggi tutto si esprime con l’ausilio di immagini e questa assoluta predominanza risulta addirittura invincibile se accompagnata da delle note vagamente orecchiabili.  A dimostrazione di ciò basti pensare a come sia cambiato il mondo del cinema. Il salto dai film muti al parlato è stato a dir poco epocale e non meno rilevante è stato l’ausilio di colonne sonore all’interno di film, alle volte così ben fatte da mettere in secondo piano il film stesso.

Questi repentini cambiamenti richiedono capacità di adattamento e versatilità, caratteristiche che un grande genere musicale come il Jazz ha sempre dimostrato. D’altronde, la storia del Jazz e quella del cinema si sono incontrate spesso e hanno dimostrato di avere decisamente feeling. Oggi il connubio immagine-musica è cambiato ancora: il passaggio al digitale è stato una vera e propria rivoluzione e l’avvento dei social network e dell’open source ha permesso alla creatività di arrivare ovunque e mutare così spesso e in modi così differenti da non permettere più l’ausilio di confini ne di etichette. In questo marasma sperimentale il Jazz ha continuato a offrirsi come terreno fertile per contaminazioni, tentativi ed esperimenti.

Roma Jazz Festival 2012: Fondazione Musica per Roma: date e curiosità

Musica, immagini, cambiamenti e contaminazioni, tanta carne al fuoco che troverà la sua cottura ideale in un evento imperdibile. Il Roma Jazz Festival, che si accaserà anche in questo 2012 presso l’ Auditorium – Parco della musica, gestito dalla Fondazione Musica per Roma, celebrerà come di consueto questo meraviglioso genere, sottolineandone la grande capacità di adattarsi ai cambiamenti, generati dal susseguirsi delle generazioni, con un tema molto particolare: il Festival di quest’anno si dedicherà al “Visual Jazz”, proprio a sottolineare come al giorno d’oggi l’immagine sia un oggetto comunicativo pregnante, capace di contaminare ogni ambito della comunicazione e non solo, e di come il Jazz si sia aperto a tale contaminazione, grazie alla quale hanno visto la luce progetti davvero pregevoli.

Dal 12/10 al 25/11 l’Auditorium sarà invaso da immagini e musica a tema Jazz. Tra proiezioni, concerti e performance si percorrerà la contaminazione “videomusicale” in atto senza tralasciare la storia di questo grande genere e la sua grande anima: esibizioni mozzafiato con l’ausilio di mezzi che nell’era della tecnologia possono sembrare arcaici ma che risultano sempre e comunque insuperabili: voce e note musicali.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy