• Google+
  • Commenta
21 novembre 2012

Ad orientamento degli studenti Unisa il CAOT

L’Università degli Studi di Salerno offre molteplici servizi agli studenti, tra i principali il CAOT che orienta l’utente in entrata, in itinere e in uscita.

Università di Salerno

Università di Salerno

L’intervista allaProf.ssa Mariagiovanna Ritano, delegata del Rettore per l’Orientamento e Tutorato degli studenti, al fine di chiarire i servizi che l’ufficio offre.

Il CAOT quali servizi offre all’utente?

Il CAOT è il Centro di Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato.  Offre numerosi servizi per gli studenti, fra i più importanti lo sportello informativo sempre aperto, tutto l’anno, anche in estate per dare informazioni agli studenti in ingresso. Esso si muove anche all’ esterno partecipando a manifestazioni esterne, quando sono tenute da enti pubblici e sono significative ai fini dell’orientamento. A disposizione dello studente sono presenti attività interne che sono essenzialmente Unisa Orienta e i Venerdì del Campus.  

Unisa Orienta è finalizzata a presentare obiettivi formativi e sbocchi occupazionali dei singoli corsi di studio. E’ alla sua IX edizione ed  è nata nell’ambito del progetto SCHOLA e al successivo SCHOLA 2, progetti finanziati dall’Unione Europea sul Fondo Sociale Europeo che noi abbiamo presentato e per i quali abbiamo ricavato  dei finanziamenti. Siamo stati best proxy due volte rispetto a tutte le altre Università del Mezzogiorno. I progetti erano stati  finanziati per le regioni in ritardo di sviluppo e abbiamo speso i fondi erogati secondo le linee indicate dall’Unione Europea. Unisa Orienta è nata proprio in quella circostanza ed è una manifestazione molto ampia, perché  coinvolge circa 9.000/10.000 studenti in otto giorni ed inoltre anche 500 insegnati della scuola. Non è un’iniziativa che fa orientamento a pioggia, cioè non è un’università “a porte aperte”, ma è organizzata in seminari finalizzati alla presentazione dei corsi di studio, presentati dai Responsabili dei corsi di studio a cui gli studenti si prenotano. Abbiamo una richiesta elevata, arriviamo a circa 9.000/10.000 studenti, ma la richiesta è molto più ampia ma purtroppo non possiamo dare una risposta maggiore di quanto già non facciamo. Il nostro ufficio ha la possibilità di contattare direttamente le scuole e sono 400 quelle più direttamente interessate dalla nostra Università. L’idea vincente è stata la decisione di voler coinvolgere i docenti che sono l’unione fondamentale tra università e scuola. Vengono svolti seminari di presentazione di corsi di studio, di offerta formativa creando così un ponte tra scuola e università attraverso il docente, quest’anno abbiamo avuto la partecipazione di circa 500 docenti.

I Venerdì del Campus è un’iniziativa finalizzata a presentare il Campus nella sua totalità, quindi tutti i servizi a disposizione dello studente: la biblioteca, i laboratori scientifico-didattici, il Centro Linguistico Ateneo, quindi tutta la struttura del Campus e prevede un incontro finale di orientamento. I Venerdì del Campus che iniziano ad Ottobre sono  molto richiesti, infatti, ai primi di Ottobre abbiamo già prenotazioni fino a Maggio.                                                                                    

Realizziamo la Guida all’Ateneo, ogni anno aggiornata, una guida sui servizi all’Ateneo, edita in numero elevato.  Sono circa 20.000 copie che vengono distribuite sul territorio. Sono presenti attività di orientamento in itinere da supporto allo studente, qualora avessero bisogno di informazioni, in stretto collegamento con le “ex segreterie” di facoltà. Lavoriamo in stretta rete con la segreteria studenti della facoltà e con la segreteria studenti centralizzata per cui tutte le informazioni che eroghiamo a supporto dello studente sono sempre in rete.

Per le attività in uscita gestiamo ed elaboriamo dati che produce AlmaLaurea, un consorzio interuniversitario di 63 università italiane, che realizza una banca dati laureati completa di tutti i laureati dell’Ateneo e dei laureati che appartengono alle altre università. C’è quindi la possibilità  di inserire il curriculum dei nostri studenti su una banca dati nazionale, quindi rappresenta un’ottima “vetrina” per mostrarsi alle aziende e agli enti. AlmaLaurea realizza anche un’indagine sui sbocchi occupazionali dei laureati. È  un’indagine molto dettagliata in cui i nostri corsi di studio vengono confrontati con gli altri corsi a livello nazionale.

I nostri studenti, da indagini fatte, sono molto richiesti dalle aziende e dagli enti, perché le aziende avendo l’accesso alla banca dati,  scaricano a pagamento i curriculum che interessano.  I  curriculum dei nostri studenti sono scaricati in misura considerevole.

Sul sito dell’Università degli Studi di Salerno, al seguente link, è presente un test di autovalutazione delle attitudini  e capacità personali, svolto da oltre 40.000 studenti e realizzato sempre nell’ambito dei due progetti SCHOLA.

Come si può orientare uno studente incerto sul percorso di studi che vuole intraprendere?

Lo studente incerto sul percorso di studi può orientarsi sia attraverso il sito: www.unisa.it, ma soprattutto attraverso il contatto diretto con persone esperte e disponibili a dare informazioni e con Unisa Orienta. Inoltre abbiamo raccolto anche studenti free, cioè che non erano portati dalla scuola e che avevano deciso di visitare il Campus autonomamente.

Per l’orientamento in uscita, quali sono le opportunità offerte al laureato?

L’orientamento in uscita è molto collegato a stage e a tirocini che il CAOT ha proposto in passato anche per l’area umanistica.

Ritiene che i servizi che offrite siano conosciuti dagli utenti? Approssimativamente di che cifre stiamo parlando?

Ritengo che in linea di massima i servizi che offriamo siano conosciuti dagli utenti, infatti, per Unisa Orienta abbiamo un’affluenza enorme. Volendo fare una stima complessiva dell’utenza che si rivolge al CAOT si parla di 15.000 persone, un numero molto consistente.

Come pubblicizzate i servizi che offrite?

Pubblicizziamo i nostri servizi sia attraverso la stampa ufficiale, sia attraverso il sito, sia attraverso i contatti diretti con la scuola che sono i nostri primi interlocutori e con cui abbiamo uno scambio di lettere, mail ormai stabile e infine con una mail dedicata che è orientamento@unisa.it che risponde in tempo reale a tutte le richieste.

Pier luca Carpinelli

Pier luca Carpinelli

Abbiamo deciso di intervistare anche uno studente dell’Università degli Studi di Salerno per poter avere un’ opinione a riguardo. Si tratta di Pier luca Carpinelli prossimo alla laurea in giurisprudenza.

Qual è il tuo percoso di studi?

Sono iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, laurea Magistrale a ciclo unico (5 anni), presso l’università di Fisciano, con indirizzo Penalistico-Forense. Ho scelto questa facoltà e questo indirizzo perché  mi permette di avere una maggiore possibilità, una volta terminato il mio percorso di studi, nell’inserimento del mondo del lavoro. La mia laurea mi permette, infatti, di accedere a molti concorsi e posso optare anche per la professione di Avvocato. Inoltre sono appassionato di Diritto in generale.

Per la tua scelta universitaria hai fatto riferimento al CAOT, cioè al servizio predisposto dall’Unisa a supporto dello studente in entrata, in itinere e in uscita? A tal proposito cosa pensi  della giornata Unisa Orienta, manifestazione che cerca di orientare lo studente appena diplomato ad un giusto percorso di studi?       

Non ho fatto riferimento al CAOT in quanto avevo già le idee ben chiare, essendo figlio di una laureata in Giurisprudenza, la quale mi ha saputo subito indirizzare. Tuttavia penso che il CAOT  e la giornata Unisa Orienta  siano molto utili soprattutto perché,  al giorno d’oggi, i ragazzi parlano per “sentito dire” e non hanno una visione chiara di cosa vogliano effettivamente diventare nella loro vita. Proprio per questo c’è bisogno di qualcuno che sappia indicare la strada a tutti coloro che sono titubanti nella scelta del loro percorso.

Hai fatto riferimento al CAOT  per ricevere informazioni durante il tuo percorso di studi?

No, ho fatto riferimento sempre ai miei colleghi, presenti da più tempo di me all’interno dell’Università, per ricevere qualsivoglia informazione sulla mia facoltà e su quello che mi aspetterà in seguito.

Il CAOT è un servizio offerto dall’Università degli Studi di Salerno, lo scopo è orientare e accompagnare lo studente nel suo percorso di studi. Il giudizio da parte degli studenti sull’ufficio è estremamente positivo. Il CAOT è inoltre un servizio molto conosciuto dall’utenza tanto che per Unisa Orienta la richiesta è stata superiore alle aspettative.

Google+
© Riproduzione Riservata