• Google+
  • Commenta
1 dicembre 2012

Sui-GeneriS: associazione universitaria all’Unisa da tagliare, tutti contro

Sui-GeneriS Unisa
Sui-GeneriS Unisa

Sui-GeneriS Unisa

“L’associazione universitaria Sui-GeneriS nasce dalla volontà di un gruppo di studenti di voler contrastare l’indifferenza che regnava negli animi e nell’ateneo” raccontano i candidati dell’associazione alle elezioni.

“L’associazione persegue l’obiettivo di rappresentare la realtà studentesca negli organi collegiali di ateneo.”

Ancora pochi giorni e l’Università di Salerno avrà i suoi nuovi rappresentanti studenteschi.

Infatti, il 4 e 5 dicembre gli studenti dell’ateneo salernitano sono chiamati alle urne e terminerà questa campagna elettorale che, dagli umori e dalle opinioni degli studenti, sembra stia appassionando soltanto i diretti interessati.

I candidati e le associazioni che li supportano, e molto meno gli studenti che dovranno esprimere la loro preferenza.

Oggi diamo la parola all’associazione Sui-GeneriS, completando così la carrellata di incontri avuti con esponenti di molte delle associazioni presenti all’interno dell’Università salernitana. Poi, ci sarà il silenzio pre-elettorale e torneremo ad occuparci delle elezioni al termine delle votazioni, analizzando i dati sulla partecipazione degli studenti, commentando i risultati e incontrando – se possibile – i rappresentanti eletti.

Sui-GeneriS sembra essere l’associazione da battere per via del fatto che diversi rappresentanti degli anni passati sono stati o sono tuttora esponenti di quest’associazione e quindi le altre realtà associative dell’università si stanno alleando tra loro con il non tanto implicito intento di togliere voti a Sui-GeneriS che, dal canto suo, ha organizzato una campagna elettorale importante – forte, evidentemente, del possesso di fondi derivanti da precedenti esperienze di rappresentanza con manifesti e volantini che campeggiano sulle pareti delle facoltà dell’ateneo.

Associazione Universitaria Sui-GeneriS: intervista a Lucia Maria Graziano

(Risponde Lucia Maria Graziano, Presidente dell’Associazione Sui GeneriS.) “L’associazione universitaria Sui-GeneriS è presente nell’ateneo salernitano dal 2001. E’ situata presso la facoltà di Lettere e Filosofia. Nasce dalla volontà di un gruppo di studenti di voler contrastare l’indifferenza che regnava negli animi e nell’ateneo.”

Quali sono le vostre attività principali?

(Risponde Maria Raito candidata al Consiglio di Amministrazione.)  “L’associazione si propone la promozione sociale, la crescita culturale e morale dei propri soci attraverso una adeguata attività formativa: Organizzazione di manifestazioni culturali, musicali e teatrali; Organizzazione di seminari, convegni e sensibilizzazione sugli avvenimenti di natura politica, economica e sociale; Programmazione di viaggi culturali; Centro informazione per gli studenti universitari con relativo orientamento di matricole e laureati per la scelta di Master e/o Dottorati di ricerca e tante altre attività.”

(Risponde Alessandro Falanga, candidato al Nucleo di Valutazione.)  “Le elezioni universitarie, come ben sappiamo, si svolgeranno il 4 e 5 dicembre dopo 4 anni di “vuoto elettorale” in seguito alla formazione dei nuovi dipartimenti. L’associazione di ateneo, ha presentato circa 200 candidati in tutti gli organi di rappresentanza. I nostri candidati sono coscienti e preparati sulle elezioni e sul loro ruolo, grazie agli incontri che l’associazione organizza settimanalmente.”

Quali sono le vostre idee e i vostri progetti per migliorare l’Università e la vita degli studenti?

(Risponde Luigi Masullo, candidato al Consiglio di Amministrazione.) “L’associazione persegue l’obiettivo di rappresentare la realtà studentesca negli organi collegiali di ateneo, realizzando iniziative culturali di supporto alla didattica per tutte le facoltà, fornendo assistenza nella compilazione piani di studio, iscrizioni, modulistica isee, orientamento immatricolazione, servizio internet point per attività di studio e ricerca, collaborazione con dipartimenti e cattedre nella realizzazione di attività congressuali e di ricerca. Il nostro impegno tende a valorizzare e tutelare gli interessi degli studenti, allo scopo di migliorare la qualità del percorso formativo.”

La vecchia guardia dell’associazione Unisa Sui-GeneriS non molla

Spesso, coloro i quali fanno parte di queste Associazioni universitarie vengono accusati di protagonismo, di voler entrare a far parte delle istituzioni universitarie solo per un proprio tornaconto personale. E spesso si tratta di studenti che sono anche diversi anni fuori corso. Cosa rispondete?

(Risponde Domenico Landi, candidato al Senato Accademico) “Il nostro obiettivo è quello di responsabilizzare non solo i candidati ma tutti gli studenti. All’interno dell’associazione esiste una totale orizzontalità della gestione, nel senso che tutti i soci sono importanti allo stesso livello. Il problema dei fuoricorso caratterizza tutto il mondo universitario. Sempre meno ci si rende conto che questo in alcuni casi è fisiologico ed in altri è determinato da situazioni esterne all’ateneo che condizionano il normale percorso universitario.”

Termina qui per ora il nostro viaggio all’interno del mondo associativo. Abbiamo conosciuto i  programmi delle associazioni, abbiamo incontrato i giovani candidati, promessi delle istituzioni Universitarie, non ci resta che una cosa, andare a votare il 4 e 5 dicembre.

Google+
© Riproduzione Riservata