• Google+
  • Commenta
14 febbraio 2013

Sanità studenti – Assistenza sanità studenti fuorisede, disabili e stranieri

La vita di uno studente non è certamente facile, nessuno ci fornisce di un libretto d’istruzione e spesso possiamo contare solo sulle nostre forze.

Così a coloro che intendono intraprendere un percorso di studio universitario sono stati riconosciuti molti diritti come quello della Sanità studenti.

La Sanità studenti nelle università italiane è regolata dalla legge n° 390 del 1991. Questa legge da facoltà agli Enti per il Diritto allo studio di stipulare convenzioni con le ASL, per garantire agli studenti fuori sede e a quelli stranieri il diritto all’assistenza sanitaria.

Assistenza Sanitaria per gli studenti fuori-sede

Gli studenti italiani possono utilizzare la tessera sanitaria rilasciata dall’ASL del proprio comune di residenza. Le prestazioni mediche non sono gratuite ma sono rimborsate nella dichiarazione dei redditi con la presentazione delle ricevute che attestano la spesa sostenuta. Lo studente può chiedere anche una tessera provvisoria all’ASL della città dove è domiciliato e usufruire gratuitamente dell’assistenza medica, scegliendo un nuovo medico di base.

Tutti gli studenti hanno diritto comunque di usufruire delle prestazioni del Pronto Soccorso e possono ricorrere alla guardia medica che garantisce visite a domicilio in situazioni di emergenza  durante le ore notturne.  Esistono pertanto Strutture Universitarie per assistenza sanitaria studenti.

[adsense]

Sanità studenti disabili

L’assistenza sanitaria è un diritto di tutti gli studenti, in special modo di quei ragazzi che presentano delle difficoltà. Per questo molte università favoriscono l’inserimento degli studenti disabili, riservando molti servizi e agevolazioni ai portatori di handicap.

Rivolgendosi allo Sportello Disabili  è possibile ricevere  informazioni sui servizi offerti dall’ateneo, come il disbrigo delle pratiche burocratiche o l’assistenza didattica attraverso dei tutor che accompagneranno gli studenti portatori di handicap a lezione. Per quanto riguarda le agevolazioni economiche, il regolamento prevede l’esenzione totale delle tasse con la presentazione di un certificato che attesti il proprio grado di disabilità. Per tutte le informazioni, gli studenti possono chiamare il seguente numero verde gratuito: 800-410960.

Sanità studenti stranieri

Tutti gli studenti stranieri devono avere una copertura sanitaria al loro arrivo in Italia, senza la quale non si può ottenere il permesso di soggiorno.

Gli studenti comunitari, provenienti cioè da Paesi che appartengono all’Unione Europea, devono possedere la Tessera Europea di Assicurazione Malattia che da diritto a ricevere tutte le prestazioni mediche oppure è necessario stipulare una polizza sanitaria privata, pari alla durata del corso di studio. Invece gli studenti che hanno la residenza in Italia possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale se sono in possesso del modello E106 fornito dal proprio paese d’origine.

Sanità studenti non comunitari devono avere una tessera sanitaria durante il periodo di permanenza in Italia e il documento ha validità solo se viene legalizzato dall’Ambasciata o dal Consolato.

In alternativa è possibile stipulare una polizza assicurativa, effettuando un pagamento all’assicurazione. Tuttavia questa polizza copre soltanto i casi di assistenza medica urgente, presso il pronto soccorso. Per effettuare l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale bisogna versare un contributo e questo da diritto a ricevere l’assistenza sanitaria al pari dei cittadini italiani, con il rilascio della tessera sanitaria e la possibilità di scegliere un medico di base.

Sanità studenti italiani nei paesi non convenzionati

Questi studenti possono usufruire dell’assistenza medica anticipando le spese e presentando la domanda di rimborso alla rappresentanza diplomatica italiana all’estero. Quindi prima della partenza bisogna richiedere un attestato all’ASL, presentando il codice fiscale, la fotocopia del libretto d’iscrizione ASL e la documentazione comprovante il conseguimento della borsa di studio.

Assicurazione contro gli infortuni per  studenti

Tutti gli studenti devono tenere a mente che sono coperti da un’assicurazione per gli infortuni nei locali dell’università o per eventuali rischi che derivano dalle attività universitarie come visite ai laboratori o esercitazioni pratiche. Le prestazioni coperte in casi d’infortunio sono:

  •         Cure mediche e chirurgiche, compresi gli accertamenti clinici
  •         Fornitura di apparecchi di protesi
  •         Assegno per l’assistenza personale continuativa
  •         Rendita per l’inabilità permanente
  •         Rendita e assegno agli eredi in caso di morte.

Per ottenere queste prestazioni bisogna rivolgersi agli uffici dell’INAIL, mentre per le cure assistenziali bisogna riferirsi ai servizi dell’ASL.

Sanità studenti e Servizio di counseling psicologico

L’università ha il dovere di tutelare sia fisicamente che psicologicamente gli studenti. Perciò oltre all’assistenza medica, i ragazzi possono usufruire di servizi di counseling psicologico, nati proprio per aiutare gli studenti ad esprimere le difficoltà legate al percorso universitario o quei problemi psicologici che spesso ne condizionano l’inserimento.

La Sapienza ha attivato un servizio di segreteria, di accoglienza e consulenza psicologica che fornisce gratuitamente interventi di sostegno agli studenti con questi disagi. Il servizio di counseling psicologico ha sede presso la seconda facoltà di medicina e chirurgia e ha lo scopo di aiutare gli studenti che presentano difficoltà personali, relazionali e di studio, in modo da chiarire la confusione emotiva che emerge durante il percorso di studi universitario, fronteggiare questo disagio e promuovere il cambiamento, attraverso quattro colloqui con cadenza settimanale. Inoltre il servizio di consulenza clinica presso il dipartimento di psicologia effettua colloqui per coloro che presentano disturbi del sonno, del comportamento alimentare, dell’ansia e dell’umore.

Sanità studenti e La Carta Salute

La Mutua studentesca (per informazioni chiamare il numero 06.44265625) ha realizzato la Carta Salute, un servizio di assistenza sanitaria che permette agli studenti di usufruire dei servizi sanitari minimi senza cambiare medico.

I vantaggi dell’ISIC Card

Tra i vantaggi riservati agli studenti, ci sono quelli che derivano dall’ISIC Card, la Carta Internazionale dello Studente. E’ possibile ottenere l’ISIC Card, presentando un documento che attesti lo status di studente al Centro Turistico Studentesco o versando una quota di 10 euro. Tra le molteplici agevolazioni di questa tessera vi è quella di ricevere assistenza telefonica multilingue 24 ore su 24 per emergenze sanitarie, legali e mediche.

L’Educatt e le sue sedi

Per tutelare la salute degli studenti è nato il servizio Educatt che permette di ricevere prestazioni mediche a tariffe agevolate. Il servizio opera a Milano, Piacenza, Brescia e Roma dove troverete a vostra disposizione un medico di medicina generale per visite e consulenze  gratuite.

Il caso

In realtà però, l’assistenza sanitaria per studenti è un diritto controverso e pieno di lacune. Questo causa la protesta e la ribellione di molti universitari.

Un volto sporco di sangue e lo sguardo colmo di vergogna. Era questa l’immagine fugace che ha sconvolto l’Italia, qualche tempo fa.  Quello poteva essere il volto di uno studente che come tanti era sceso  in piazza per rivendicare i propri diritti. Ma la violenza con cui le forze dell’ordine hanno infierito sul suo viso è diventata un simbolo delle proteste e delle lotte studentesche degli ultimi anni. Gli studenti italiani continuano a ribellarsi alla corruzione di questo sistema, rivendicando il loro diritto allo studio di fronte il mondo. Ma l’Italia fa fatica ancora oggi a tutelarli e l’avvento del nuovo anno non ha  portato dei miglioramenti. Risale a qualche mese fa la notizia secondo cui presso l’università delle Marche  due dei tre ambulatori destinati all’assistenza medica per gli studenti fuori sede sono stati chiusi  e l’unico rimasto a loro disposizione è in una  zona dislocata. Quindi in caso di necessità,  gli  studenti potranno recarsi solo al Pronto Soccorso.

Sicuramente la strada verso il completo riconoscimento dei diritti agli studenti in un mondo saturo d’ipocrisia è ancora lunga e tortuosa ma di fronte il peso schiacciante della realtà non dobbiamo perdere la speranza, perché il futuro siamo noi!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy