• Google+
  • Commenta
26 marzo 2013

Crisi della Politica e Berlusconismo – Conferenza Unipd su crisi della Crisi della Politica e Berlusconismo

Università degli Studi di PADOVA – Crisi della Politica e Berlusconismo 

Voglia di cambiamento. È questo il desiderio della maggior parte del popolo italiano, agli inizi degli anni Novanta, dopo la delusione provocata dallo scoppio di Tangentopoli.
L’ostilità verso i partiti è grande e la gente sente di non potersi più fidare della vecchia classe dirigente ed è pronta a cambiare i propri modelli di comportamento elettorale. 

Silvio Berlusconi riesce a intercettare questo malumore promuovendosi come uomo-nuovo, imprenditore prestato alla politica che non ha nessun legame con la precedente classe dirigente italiana travolta dai fatti e superata dai tempi, come lui stesso afferma nel suo primo spot elettorale del ’94.

Il berlusconismo  non ha solo risvolti prettamente politici ma si propone come movimento di pensiero, fenomeno sociale e di costume improntato all’ottimismo imprenditoriale, quello spirito che trae volano di crescita sul modello aziendale.

Crisi della Politica e Berlusconismo – Vent’anni di sistema Berlusconi come hanno segnato il paese? Sono state rispettate le attese che avevano gli italiani? Quale sarà il futuro della Destra dopo Berlusconi?

Crisi della Politica e Berlusconismo – Mercoledì 27 marzo, alle ore 15.30 in Aula Nievo di Palazzo Bo, via VIII febbraio 2 a Padova, Giovanni Orsina, docente alla Luiss-Guido Carli di Roma, terrà una conferenza su  Crisi della Politica e Berlusconismo, nell’ambito del ciclo di incontri “Nodi della storia d’Italia dagli anni Settanta ad oggi” organizzato dall’Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea dell’Ateneo patavino in collaborazione con i Dipartimenti di Scienze storiche, geografiche, dell’antichità e di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova

Google+
© Riproduzione Riservata