• Google+
  • Commenta
20 marzo 2013

Università di Londra blocca incontro con leader islamici: Yasin e Saeed “islamisti contro l’omosessualità”

University of East London
University of East London

University of East London

Università di Londra blocca incontro con leader islamici

E’ curioso scoprire come in una città cosmopolita quale è Londra l’omofobia e la violenza siano ancora argomenti radicati nella società.

Siamo nella Università di Londra –  University of East London, tutto è pronto per accogliere Khalid Yasin e Jalal Ibn Saeed, due islamisti famosi per aver definito l’omosessualità “un’aberrazione della società”, per aver sostenuto le pubbliche esecuzioni come punizioni esemplari e per aver attribuito la diffusione dell’AIDS ai Paesi dell’Ovest, colpevoli di voler sterminare le popolazioni africane. I due estremisti sostengono inoltre i Talebani, nonostante il terrorismo attuato e le stragi da loro commessi.

[adsense]

Il meeting era stato promosso e organizzato da un’associazione studentesca islamica ed era previsto per il 15 marzo nella succursale universitaria di Stratford dell’Università di Londra.

A opporsi la “Peter Tatchell Foundation“, associazione per i diritti umani, seguita dal consiglio studentesco, che tuttavia ha affermato che “rendere pubblica la cancellazione dell’evento dall’Università di Londra non ha fatto altro che regalare pubblicità agli islamisti”. Anche il presidente della UEL LGBT, Loren Wright, concorda su questo punto: “E’ giusto che l’evento sia stato proibito, ma denunciando il fatto l’università ha dato credito alla faccenda e soprattutto al fatto che l’evento era stato effettivamente programmato”.

Il veterano della Tatcher Foundation, lo stesso Peter Tatchellha dichiarato al Gay Star News: “Il sostegno dei due leaders alle esecuzioni, alla jihad e alla violazione dei diritti umani va contro tutti i diritti propugnati dall’università: uguaglianza, diritto alla diversità, protezione dalle forme di odio e violenza”.

Non solo in Italia, quindi, ma anche in una metropoli come Londra, per di più Università di Londra si vive ancora in un clima in cui i diritti dei più deboli sono ancora una questione attuale, in cui si deve ancora combattere per una società senza segregazioni. Qui le più diverse culture vivono spesso a un pianerottolo di distanza, ma separate ancora da una barriera invisibile.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy