• Google+
  • Commenta
26 aprile 2013

Racconti di Pietra. Progetto racconti di pietra all’Unimo

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA – Sassuolo prossima tappa delle visite organizzate nell’ambito di Racconti di Pietra, il progetto Racconti di Pietra per la valorizzazione dei beni culturali della provincia di Modena, ideato dal Museo Gemma 1786 dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Saranno i ragazzi degli istituti Morante e Baggi di Sassuolo ad accompagnare i visitatori alla scoperta di luoghi, storie ed aneddoti che raccontano la presenza dell’acqua nella loro città. L’iniziativa del progetto Racconti di Pietra si terrà sabato 27 aprile e domenica 5 maggio 2013.

Dopo quelli di Modena, è ora la volta degli studenti sassolesi degli istituti superiori Morante e Baggi di improvvisarsi “guide” per il progetto Racconti di Pietra pronte ad accompagnare i visitatori nel percorso turistico alla scoperta del centro cittadino di Sassuolo. L’iniziativa è organizzata nell’ambito della quarta edizione di Racconti di Pietra, progetto ideato dal Museo Gemma 1786 dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che punta alla valorizzazione e promozione dei beni culturali con percorsi di visita attraverso i centri storici della provincia modenese.

Opportunamente formati dagli esperti dell’Ateneo modenese-reggiano, della Provincia di Modena, della Soprintendenza, del Museo civico modenese, dei Comuni di Sassuolo e di Finale Emilia, i ragazzi sassolesi saranno a disposizione, per due giornate per spiegare alle comitive di cittadini ed appassionati i tanti usi che la città ha fatto delle acque, da fonte di divertimento per i Duchi d’Este a strumento di crescita economica e di sviluppo del settore manifatturiero. L’appuntamento del progetto Racconti di Pietra è a Sassuolo presso la Piazza Garibaldi (di fronte all’URP) sabato 27 dalle 15.00 alle 17.00 e domenica 5 dalle 16.00 alle 18.00. La partenza dei gruppi sarà ogni venti minuti e la durata di ogni visita è di circa un’ora.

Racconti di Pietra – ha dichiarato la sua organizzatrice dott. ssa Milena Bertacchini, coordinatrice del Museo Gemma 1786 – nel settembre scorso è risultato fra i vincitori del Premio <Io amo i Beni Culturali>, concorso regionale dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia Romagna. L’iniziativa è cresciuta grazie alla proficua collaborazione che si è instaurata tra tutti i partner coinvolti nel progetto: il gruppo di docenti di Scienze chimiche e geologiche della nostra Università, gli Enti locali, il Museo Civico d’Arte, le scuole, le istituzioni culturali e la System spa di Fiorano M. Il riconoscimento ricevuto è inoltre un premio all’alto livello di professionalità degli operatori dei Musei del nostro Ateneo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy