• Google+
  • Commenta
28 maggio 2013

Unife: Castello Estense. Mostra dedicata al Castello Estense “Il Castello in casa”

Università degli Studi di FERRARA – Nella sede del Sistema Museale di Unife inaugura la Mostra dedicata al Castello Estense Il Castello in casa. Il Castello di Ferrara nella ceramica

Il Castello in casa. Il Castello di Ferrara nella ceramica. E’ questo il titolo della mostra che sarà inaugurata giovedì 30 maggio alle ore 17.30 a Palazzo Turchi di Bagno, (c.so Ercole I d’Este, 32), sede del Sistema Museale dell’Università di Ferrara, realizzata in collaborazione con Alessandro Fabbri, già direttore amministrativo dell’Ateneo e nata da un suggerimento di Luciano Scarpante, sensibile artista palesano e laureato dell’Ateneo Ferrarese, che ha lavorato a lungo sui paesaggi del Delta del Po ed è rimasto legato a questa città e al suo simbolo principale, il Castello.

Alla cerimonia di inaugurazione della mostra interverranno il Pro Rettore Unife Francesco Bernardi e Benedetto Sala, Presidente del Sistema Museale d’Ateneo.

Fornita di un appropriato apparato didascalico-iconografico, l’esposizione propone esempi di oggetti in ceramica provenienti da collezioni private che hanno riprodotto il Castello estense e racconta brevemente perché questa immagine abbia ripetutamente interessato varie manifatture.

Le ceramiche con riprodotto il palazzo-fortezza dei duchi d’Este nascono in Gran Bretagna attorno al 1832 per merito delle Manifatture Ceramiche Wedgwood di Burslem, industria tuttora molto importante che ciclicamente ripropone il “Modello Ferrara”. Altre manifatture, prima inglesi e poi italiane, hanno copiato questa immagine, frutto della fusione di una incisione del Castello Estense con una del porto di Liverpool, realizzata per la Wedgwood da William Brookes.

La storia in breve della manifattura di Wedgwood e delle più note fabbriche italiane che hanno riprodotto l’immagine del palazzo dei duchi d’Este e numerose illustrazioni che documentano la varietà della produzione, sono raccolte nel catalogo dell’esposizione, il cui testo è principalmente opera di Fabbri

Come spiegano il Rettore Pasquale Nappi e Benedetto Sala nel catalogo… “l’Università vuole così offrire al pubblico un ulteriore stimolo d’interesse verso il Castello, che è già al centro dei circuiti turistici perché, più dei musei e di altri edifici cittadini, raccoglie tuttora il maggior numero di visitatori”.

La mostra rimarrà aperta fino a venerdì 19 luglio e sarà visitabile dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle ore 18 ed il venerdì dalle ore 9 alle ore 16.30.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy