• Google+
  • Commenta
30 maggio 2013

Paradossi della costituzione: seminario Unimore

Incontro su diritto amministrativo
Paradossi della costituzione

Paradossi della costituzione

Seminario internazionale sui paradossi della costituzione all’Università di Modena e Reggio Emilia.

I paradossi della costituzione. Analisi interdisciplinari e comparate è il titolo di un seminario internazionale organizzato dal Dipartimento di Comunicazione ed Economia dell’Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA. Gli autorevoli studiosi a confronto venerdì 31 maggio e sabato 1 giugno a Reggio Emilia.

La costituzione è tema di grande rilevanza per giuristi e politologi, mentre non ha ricevuto finora molta attenzione da parte delle scienze sociali. Si tratta,invece, di un argomento che presenta una grande varietà di stimoli, sia sul piano teorico che nelle sue applicazioni concrete, e che si presta inoltre a interessanti analisi in chiave storico-comparativa.

Venerdì 31 maggio e sabato 1giugno 2013 il Dipartimento di Comunicazione ed Economia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia promuove un seminario internazionale con autorevoli studiosi sul tema: “I paradossi della costituzione. Analisi interdisciplinari e comparate”, ospitato presso le aule di Palazzo Dossetti a partire dalle ore 9.00 del primo giorno.

L’appuntamento, che si tiene in lingua tedesca, intende mettere a confronto prospettive sociologiche e giuridico-politiche, con un’impostazione spiccatamente interdisciplinare.

In particolare – dichiara il prof. Giancarlo Corsi, docente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – si può notare che la costituzione, nella sua formazione e nella sua applicazione, si presenta come un vero e proprio concentrato di paradossi, e in quanto tale dovrebbe suscitare immediatamente l’interesse di discipline, quali per esempio la sociologia, che negli ultimi anni hanno scoperto e sottolineato il ruolo centrale dei paradossi per la società e per la sua analisi. Per mettere in evidenza tali aspetti abbiamo proposto ai relatori di osservare la forma della costituzione dal punto di vista non solo della sua funzione e della sua collocazione tra diritto e politica, ma anche dal punto di vista della sua articolazione interna, concentrandoci soprattutto sulle sue strutture circolari e apertamente paradossali”.

Il seminario prevede la partecipazione di ricercatori di vari ambiti disciplinari (sociologia, diritto, politica, semiotica, storiografia) provenienti da vari paesi. I temi dell’intenso programma dei due giorni riguardano principalmente i diritti fondamentali, la forma dello Stato, i rapporti tra diritto e politica.

Parte della discussione seminariale è dedicata ad una interessante analisi comparativa tra le costituzioni europee e quelle dell’America Latina con l’intervento del prof. Marcelo Neves dell’Università degli studi di Brasilia.

Tra i partecipanti, le voci più autorevoli in campo giuridico provenienti dalla Germania, quali il prof. Karl-Heinz Ladeur dell’Università degli studi di Amburgo, e il prof. Gunther Teubner dell’Università degli studi di Francoforte sul Meno, oltre ad un insieme di ricercatori e studiosi provenienti da diverse università: Ino Augsberg (Università degli studi di Monaco, Germania), Guilherme Figueiredo Leite Gonçalves (borsista von Humboldt, Germania), André Kieserling (Università di Bielefeld, Germania), Stefano Magnolo (Università degli studi di Lecce), Hans-Georg Moeller (Università degli studi di Cork, Irlanda), Juliana Neuenschwander (Università Federale di Rio de Janeiro, Brasile), Pier Paolo Portinaro (Università degli studi di Torino), Johannes Schmidt (Università degli studi di Bielefeld, Germania), Christopher Thornhill (Università di Glasgow, Scozia).

Google+
© Riproduzione Riservata