• Google+
  • Commenta
11 giugno 2013

Master Cà Foscari. Parte un nuovo master Cà Foscari: “Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali”

Università “Cà Foscari” di VENEZIA – Alessandro Baricco, ospite d’onore alla presentazione del master Cà Foscari Challenge School: “Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali”

Aspiranti sceneggiatori, musicisti, curatori, esperti in restauro ma anche in gestione dei beni culturali, management di eventi e storytelling.

Un master Cà Foscari per i mestieri della cultura. Un nuovo master di I livello arricchisce a partire dall’anno accademico 2013-2014 l’offerta della Ca’ Foscari Challenge School. Si tratta del master Cà Foscari in “Sviluppo creativo e gestione delle attività culturali” diretto dal prof. Bruno Bernardi e realizzato in collaborazione con la Scuola Holden di Torino fondata, fra gli altri, da Alessandro Baricco.

Oltre al prof. Bernardi, ci sarà anche l’autore di Seta e Castelli di Rabbia mercoledì 12 giugno per una presentazione dedicata al progetto di master condiviso fra Ca’ Foscari e Scuola Holden. Saranno presenti anche il Rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, prof. Carlo Carraro e Martino Gozzi docente di Storytelling&Performing Arts alla Scuola Holden.

Il master Cà Foscari si sviluppa nell’ambito dell’economia e gestione delle arti e delle attività culturali.

Obiettivo dichiarato è una formazione agevolmente spendibile (il master Cà Foscari è di primo livello, quindi accessibile con un diploma di laurea triennale) nel mondo del lavoro grazie a una forte componente sul campo. Una metà del corso, infatti, è affidata a professionisti provenienti dal mondo dell’arte, della cultura, dello spettacolo, dei media e dell’editoria.

L’apporto di Scuola Holden si concentrerà su due macroaree: Sviluppo e gestione di processi culturali con la scelta di un approfondimento fra “Produzione libraria e mercato editoriale”; “Il mercato delle idee: un modello di rigenerazione culturale”; “Produzione cinematografica e mercato dell’audiovisivo”; “Progettazione creativa e sviluppo per la televisione”. La seconda macroarea è I fondamenti della narrazione con un insegnamento a scelta fra “Il narratore: esperienza e saggezza in W. Benjamin”, “La narrazione orale: public speaking & storytelling”; “La grammatica del cinema: segni, sguardo e messinscena”; “La struttura in tre atti: dall’idea alla sceneggiatura”; “Guardare, vedere, raccontare: la fotografia come medium” e “La seconda dimensione: comprendere la musica”.

Fra gli insegnamenti messi a disposizione dalla Challenge School nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale in Economia e gestione delle arti e delle attività culturali, si trovano “Estetica delle arti”; “Ricezione artistica e comunicazione”; “Storia e critica dell’arte moderna”; “Arte contemporanea”; “Diritto internazionale ed europeo dei beni culturali”; “Tecniche di restauro dei beni culturali”; “Metodi quantitativi per l’economia dell’arte”; “Governo delle organizzazioni culturali”; “Il project management degli eventi culturali” e “Economia dell’arte e della cultura”.

Scuola Holden e Ca’ Foscari: 4 laboratori alla Summer School

La collaborazione, inaugurata quest’anno, fra Ca’ Foscari e Scuola Holden si allarga anche a 4 laboratori della Ca’ Foscari Summer School.

Punta di diamante è il laboratorio «New Media, Old Values» tenuto da Gianni Riotta che analizzerà l’impatto dei new media su cultura, politica, comunicazione e società. In programma il 15 luglio.

La collaborazione con Scuola Holden ha portato all’avvio di tre altri workshop: «Laboratorio di architettura letteraria: un’introduzione»; «Radio e New Media»; «Sei suites per violoncello solo».

Ca’ Foscari Summer School

Si va dal laboratorio di scrittura giornalistica alla litografia, dal Public Speacking a Gestire la web reputation e i social media nel turismo passando per un’introduzione alla Calligrafia Cinese. Sono 40 i laboratori che la Ca’ Foscari Summer School propone nel corso dei mesi estivi. Qui tutte le info

Google+
© Riproduzione Riservata