• Google+
  • Commenta
21 giugno 2013

Unimore: Ondata di Caldo e Meteo 2013. Dopo l’ondata di caldo lunedi si torna a respirare

Il Meteo di Caronte
Caldo e Meteo

Caldo e Meteo

Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA – L’ondata di caldo di questi giorni se ne sta andando dopo avere regalato per Modena la temperatura massima dell’anno. Secondo gli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia oggi giovedì 20 giugno si sono raggiunti i 35.4°C in centro città ed i 36.4°C in periferia. Già dalle prossime ore le temperature torneranno ad essere più sopportabili e da lunedì 24 giugno si allineeranno ai valori tipi del periodo, cioè sui 27-28°C.

L’ondata di caldo di questi giorni, la prima del 2013, nelle sue battute finali ci ha regalato una vera e propria “fiammata” con record di temperatura dell’anno.

Nella giornata odierna di giovedì 20 giugno, complice la diminuzione dell’umidità relativa e la ventilazione da sud-sudest, ovvero di scirocco, che in Appennino è stata accompagnata anche da una blanda componente di föhn, – secondo le rilevazioni condotte dagli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – le temperature massime hanno raggiunto picchi notevoli per il mese di giugno: 35.4°C presso la stazione storica dell’Osservatorio sul torrione orientale del Palazzo Ducale di Modena, in pieno centro cittadino, e 36.4°C al punto di rilevazione del Campus di Ingegneria di Via Vignolese, in periferia.

Vero è che lo scorso anno la situazione era simile. In coincidenza della giornata odierna, il 20 giugno 2012, – fa sapere il meteorologo Luca Lombrosovi erano 35.2°C in Piazza Roma e 35.4°C al Campus di Ingegneria. Va comunque precisato che fino al 2000 simili temperature non erano normali in giugno, i 35°C infatti prima di allora si erano superati, a giugno, solo in due annate mentre in questo inizio di XXI secolo sono sei i casi di superamento dei 35°C in giugno. E anche al culmine dell’estate, a fine luglio, non tutti gli anni si raggiungevano temperature tanto elevate”.

Previsioni. Riguardo i prevedibili temporali in arrivo nelle prossime ore, pare che quelli più intensi passino a nord del Po, anche se non si può escludere il locale sconfinamento in Emilia o l’addensarsi si precipitazioni in Appennino. “E’ decisamente improprio però parlare, per le nostre zone, – secondo Luca Lombroso del’Osservatorio Geofisico universitario di Modena – di arrivo della pioggia. La lettura delle mappe, infatti, ci offre un tempo sereno-variabile, con il gran caldo che sembra avere ormai le ore contante, mentre l’estate riprenderà su livelli di temperatura più normali e sopportabili”. Da domani venerdì 21 giugno le temperature massime, complice l’influenza di temporali che nelle nostre zone saranno solo a carattere locale, scenderanno attorno ai 30-33°C, valori comunque ancora sopra la media sebbene più sopportabili, e così saranno anche nel fine settimana. Da lunedì 24 giugno fresco relativo con flessione sui 27-28°C, cioè quelli che dovrebbero essere i valori tipici della stagione.

Google+
© Riproduzione Riservata