• Google+
  • Commenta
13 agosto 2013

Cà Foscari. Gli studenti danno i voti ai docenti del Cà Foscari e premiano la didattica

Università Cà Foscari di VENEZIA – Tre riconoscimenti annuali, di 4mila euro ciascuno, sulla base degli esiti dei questionari on line compilati dai ragazzi. Chiarezza delle spiegazioni e disponibilità del docente gli elementi che incidono di più sul punteggio totale

Gli studenti danno i voti ai docenti e premiano la didattica. A Cà Foscari incentivi sullo stipendio ai prof ‘migliori’

I premi verranno consegnati nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico

Tre premi annuali per la didattica Cà Foscari, dell’importo lordo di 4mila euro ciascuno, ai docenti giudicati ‘migliori’ sulla base dell’esito dei questionari on line che ciascuno studente frequentante compila.

Chiarezza nell’esposizione dell’argomento e disponibilità del docente a chiarimenti e spiegazioni sono tra gli aspetti di maggior peso per la valutazione dei professori da parte degli studenti.

E’ la novità introdotta dall’Università Cà Foscari Venezia ‘allo scopo di premiare l’eccellenza nel campo della didattica’. L’ateneo ha inoltre istituito un quarto premio, del valore di 8mila euro, da destinare ai progetti di innovazione e trasversalità della didattica.

I premi verranno consegnati dal Rettore Cà Foscari Carlo Carraro nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico in programma a ottobre: «Dopo i Premi per la ricerca, già istituti dal nostro ateneo, attiviamo anche i Premi per la didattica con cui vogliamo incentivare l’attività dei nostri docenti, potenziarne capacità e risultati e applicare, con quanti più strumenti possibili, il principio del merito – afferma Carraro -. Una buona didattica, che con la ricerca è l’anima di ogni ateneo, è il primo passo per una valida preparazione degli studenti, abbiamo dunque il dovere di renderla efficiente e attrattiva. Il monitoraggio costante e lo sviluppo della propria performance, in ogni ambito d’ateneo, è del resto una delle mission di Cà Foscari, volta a implementare l’efficienza e premiare l’eccellenza».

Alla base dell’eleggibilità e della valutazione (in carico a una apposita Commissione per l’assegnazione dei premi) vigono criteri meritocratici: i riconoscimenti si rivolgono sia a professori di I e II fascia che ai ricercatori a tempo indeterminato e determinato, per un totale di circa 500 docenti ‘canddiati’; le risposte prese in considerazione si riferiscono alle seguenti domande, ciascuna con un proprio peso:

  • Le modalità e le regole di accertamento o dell’esame sono state diffuse fin dall’inizio? (peso: 10 %)
  • Il docente titolare del corso espone gli argomenti in modo chiaro? (peso: 25 %)
  • Il docente è reperibile e disponibile per chiarimenti e spiegazioni? (peso: 20 %)
  • Il docente stimola/motiva l’interesse verso la disciplina? (peso: 25 %)
  • È complessivamente soddisfatto di come è stato svolto questo insegnamento? (peso: 20 %)

L’analisi dei dati ricavati dai questionari di valutazione della didattica viene effettuata attraverso un modello statistico che consente di rendere confrontabili distribuzioni anche molto diverse all’interno dell’ateneo, ad esempio con riferimento ad aree, livelli (triennale/magistrale) e numerosità degli studenti frequentanti.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy