• Google+
  • Commenta
5 settembre 2013

Unisa. I laureati in Medicina all’Unisa entrano nelle scuole di specializzazione

Studenti Medicina Unisa

Università degli Studi di SALERNO – I laureati in Medicina a Unisa entrano con successo nelle scuole di specializzazione italiane

Studenti Medicina Unisa

Studenti Medicina Unisa

Dopo la laurea in medicina e chirurgia si può scegliere di frequentare il corso di abilitazione in medicina generale per divenire medico di base o iscriversi ad un corso di specializzazione: una prosecuzione degli studi che richiede il superamento di un esame.

Un concorso per molti difficile, spesso ripetuto diverse volte.  Non è stato così per i giovani laureati Unisa che hanno dimostrato tutto il loro valore.

Appena un anno fa, il 16 luglio 2012, durante la proclamazione dei primi dottori in medicina,  il rettore Raimondo Pasquino  ebbe parole di orgoglio perché, «malgrado le difficoltà con l’ospedale», l’Università Unisa era riuscita «a creare una classe medica universitaria di qualità» grazie ai docenti che  avevano deciso «di lasciare le loro sedi universitarie, con alcuni che sono rientrati anche dall’estero, per trasferirsi a Salerno».

L’Ateneo Unisa ha compiuto al meglio i primi sei anni di didattica e ricerca medica, svolgendo un lavoro di qualità che ha portato anche all’approvazione di sei scuole di specializzazione, di cui due già attivate.

I primi laureati in Medicina e chirurgia Unisa hanno dimostrato le proprie capacità professionali e il valore del percorso universitario compiuto. Ventiquattro ragazzi hanno vinto il concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione degli atenei di Siena, Pisa, Napoli, Cagliari, Padova, Catanzaro, Messina.

Cinque hanno sbaragliato il campo classificandosi al primo posto.  Quattro sono rimasti a Unisa.

Prof. Tommasetti

Prof. Tommasetti

«Si tratta – ha dichiarato il rettore eletto Aurelio Tommasetti di un risultato che ci inorgoglisce e che dimostra la bontà delle scelte fatte negli ultimi anni. La nostra facoltà di Medicina è cresciuta in maniera graduale, armonizzandosi con le caratteristiche proprie del territorio salernitano e del suo Ateneo, valorizzando le risorse interne e attraendo le migliori intelligenze e professionalità dalle altre università nazionali e, in alcuni casi, internazionali. Malgrado le molte questioni ancora in attesa di soluzioni e le opportunità offerte da una migliore integrazione con il sistema regionale, i nostri laureati hanno onorato gli sforzi finora fatti.

Mentre siamo tenacemente al lavoro per aumentare il numero delle scuole di specializzazione finanziate dal MIUR e  dalla Regione Campania al nostro Ateneo, per  alimentare il sogno di recuperare e rinnovare il prestigio dell’antica Scuola medica, i nostri giovani laureati, la qualità della loro formazione, la loro determinazione, ci motivano  per la continua ricerca delle migliori opportunità di crescita e rafforzano la volontà collettiva di emancipare l’Ateneo anche dalle contraddizioni che hanno segnato il percorso di sviluppo della facoltà di Medicina».

Studenti Medicina Unisa

Studenti Medicina Unisa

Ecco alcuni dei primi specializzandi “made in Unisa”:

  • Roberto Altieri (neurochirurgia- Torino)
  • Lucia Butrico (chirurgia vascolare- Napoli)
  • Roberto Cuomo (chirurgia plastica- Siena)
  • Chiara Caggiano (neurochirurgia- Napoli)
  • Carmine Citarelli (ortopedia- Pisa)
  • Vincenzo De Chiara (Radioterapia- Napoli)
  • Vincenza Di Stasi (endocrinologia- Firenze)
  • Doriana Ferrara (chirurgia vascolare- Napoli)
  • Aniello Erra (anestesia e rianimazione- Napoli)
  • Rosa Finelli (medicina interna- Napoli/Salerno)
  • Flavio Gallo (oculistica- Cagliari)
  • Francesco Giglio (Chirurgia Generale- Napoli/Salerno)
  • Flavio Giordano (radiodiagnostica- Napoli) e vincitore anche del concorso in neurologia a Cagliari
  • Roberta Giudice (anestesia e rianimazione- Napoli)
  • Maria Luisa Marra (ginecologia e ostetricia- Catanzaro)
  • Nicola Milite (oncologia- Padova)
  • Marco Mirra (medicina d’urgenza- Napoli)
  • Valeria Palatucci (Chirurgia Generale- Napoli/Salerno) 1°classificata
  • Roberta Parente (medicina interna- Napoli/Salerno)
  • Renato Pascale (malattie infettive- Ferrara)
  • Erica Pironti (neuropsichiatria infantile- Messina)
  • Rosa Rosamilio (biochimica clinica- Napoli)
  • Chiara Scafuro (urologia- Catanzaro)
  • Federica Visconti (ginecologia e ostetricia- Catanzaro)
Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy