• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2013

Campus Bio Medico. Osteoporosi: screening gratuiti al Campus

Università  Campus Bio Medico ROMA – Salute, osteoporosi: domenica 20 ottobre screening gratuiti al Campus Bio Medico

Osteoporosi

Osteoporosi

Per i controlli verrà effettuato un esame ultrasonografico, una sorta di ecografia che non espone a radiazioni ionizzanti. Una donna su tre già prima dei 60 anni soffre di osteoporosi ed è a rischio di fratture, che uno studio UE prevede in crescita da 3,5 milioni a 4,5 nel 2025. Alti i costi sociali

Domenica 20 ottobreGiornata Mondiale dell’Osteoporosi, screening gratuito al Campus Bio Medico. “Lunga vita alle donne con ossa sane e forti” è lo slogan che riecheggerà ne mondo durante la Giornata, dedicata alla lotta di una malattia che in Italia colpisce tre milioni e mezzo di donne e un milione di uomini e che si combatte soprattutto con l’arma della prevenzione.

I dati dicono che ormai una donna su tre è affetta dalla malattia già prima dei 60 anni ed è quindi ad alto rischio di fratture a polso, piede, costole, vertebre e femore.

Proprio per sensibilizzare le donne a prevenire la malattia, l’Unità Operativa di Endocrinologia e Diabetologia del Campus Bio Medico ha promosso presso il Centro per la Salute dell’Anziano (CESA) di Trigoria una mattinata dedicata – dalle 9 alle 11 – a incontri con il personale, mentre dalle 11 alle 13 le donne potranno sottoporsi a un semplice test in grado di predire con buona approssimazione il rischio di andare incontro a frattura.

Si tratta – spiega il Dr. Andrea Palermo, endocrinologo del Policlinico Universitario Campus Bio Medico – di un esame ultrasonografico di ultima generazione, una specie di ecografia a livello delle dita della mano o del calcagno. Questo rappresenta un buon test di screening – precisa – in quanto non espone l’individuo a radiazioni ionizzanti, come avviene invece durante la mineralometria ossea computerizzata a raggi X (MOC DXA)“. Nel caso in cui venga riscontrata una situazione anomala, saranno gli stessi medici a consigliare alle donne un ulteriore approfondimento.

Del resto, l’età della popolazione aumenta e la graduale perdita della massa ossea che con l’osteoporosi interessa l’intero scheletro incide sempre più a partire dall’epoca della menopausa. Per questo, è importante dopo la cinquantina sottoporsi a controlli di valutazione della perdita di tessuto osseo. Anche se una recente indagine dell’Unione Europea ha rilevato come a un aumento vertiginoso di fratture dovute proprio all’osteoporosi non corrisponda, nei Paesi Ue, una adeguata politica di prevenzione, mentre resta difficile l’accesso a cure e diagnosi precoci. Carenze che fanno male alla salute delle donne, ma anche ai bilanci degli Stati, perché come tutte le malattie croniche l’osteoporosi costa: oltre 57 miliardi di euro, ha rilevato lo studio UE, che prevede anche un boom delle fratture connesse alla malattia, che passerebbero dai 3,5 milioni del 2010 ai 4,5 milioni del 2025.

La prevenzione si fa con i controlli, ma soprattutto con corretti stili di vita. Che per l’osteoporosi iniziano con lo sport in età giovanile, soprattutto nuoto, danza, atletica e pallavolo e proseguono a tavola, con una alimentazione ricca di calcio. Sì dunque a latte, yogurt e formaggi, da assumere già nell’infanzia. Recenti studi stimano infatti che un aumento del 10% del picco di massa ossea entro i 20 anni è in grado di ridurre del 50% i rischi di frattura da osteoporosi in età adulta.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy