• Google+
  • Commenta
21 ottobre 2013

Scuola Superiore Sant’Anna. Nuova Camera Operatoria. Intervento di Carrozza

Scuola Superiore Sant’Anna – Acquistata con il finanziamento di Fondazione e Cassa di risparmio di Volterra e già installata all’ospedale cittadino dove, da agosto, ne hanno beneficiato 35 pazienti

Chirurgia vertebrale all’avanguardia, inaugurata la nuova camera operatoria con sistema di navigazione assistito dal computer, alla presenza del Ministro Maria Chiara Carrozza alla Scuola Superiore Sant’Anna.

Le tecnologie più avanzate agevolano gli interventi di chirurgia vertebrale e trovano applicazione nella camera operatoria installata all’ospedale di Volterra (Pisa), inaugurata questa mattina alla presenza di numerose autorità, fra le quali il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Maria Chiara Carrozza.

La nuova camera operatoria è stata resa disponibile e operativa grazie al finanziamento erogato dalla Fondazione e dalla Cassa di risparmio di Volterra e, per questo motivo, la cerimonia di presentazione è stata ospitata al Centro studi Santa Maria Maddalena, davanti a una platea particolarmente numerosa, desiderosa di conoscere le potenzialità della camera operatoria che conferma il ruolo di primo piano riconfermato alle strutture sanitarie di Volterra nell’ambito del sistema regionale, con un’offerta di rilievo nazionale e internazionale in importanti settori della pratica e della ricerca clinica, come quelli legati alla chirurgia vertebrale, alla riabilitazione robotica e alla dignostica per immagini. La presenza di Maria Chiara Carrozza ha assunto un doppio significato, da una parte in veste di Ministro e, dall’altra, come docente di Bioingegneria alla Scuola Superiore Sant’Anna, istituzione che ha contribuito alla nascita di un laboratorio di ricerca congiunto con Auxilium Vitae, le cui attività si svolgono nell’ambito di progetti di ricerca italiani e internazionali, alcuni dei quali finanziati dalla Regione Toscana e cofinanziati dalla Fondazione Cassa di risparmio di Volterra. Nel tempo, la collaborazione si è ampliata e ha portato a risultati scientifici e clinici di assoluto rilievo, confermati dapubblicazioni su importanti riviste scientifiche e dall’utilizzo quotidiano delle tecnologie più avanzate per la riabilitazione. Quell’esperienza oggi si ritrova nel gruppo coordinato da Stefano Mazzoleni, ricercatore dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e si potrà arricchire di un nuovo, importante capitolo, grazie alle collaborazioni che si potranno instaurare con l’equipe professionale che utilizza la nuova camera operatoria per la chirurgia vertebrale con sistema per la navigazione assistito dal computer.

Alla cerimonia di inaugurazione alla Scuola Superiore Sant’Anna sono stati invitati amministratori dell’Alta Val di Cecina e regionali, per sottolineare l’importanza della nuova acquisizione. Accanto ad Augusto Mugellini (Presidente Fondazione Cassa risparmio di Volterra) e a Giovanni Manghetti (Presidente Cassa di risparmio di Volterra), con il compito di fare gli onori di casa e di sottolineare quanto Fondazione e Cassa abbiano creduto in questo investimento, in termini finanziari e di strategia per la valorizzazione del territorio, sono stati chiamati a presentare le caratteristiche tecnologiche e sanitarie della camera operatoria Giuseppe Calvosa (Direttore UO Ortopedia all’Ospedale di Volterra) e Sabino Cozza (Direttore del Dipartimento di Radiologia dell’Usl 5 di Pisa). A Luigi Marroni (Assessore per il diritto alla salute in Regione Toscana), a Rocco Damone (Direttore generale Azienda Usl 5 di Pisa), ad Andrea Pieroni (Presidente della Provincia di Pisa) sono state riservate le considerazioni di carattere più amministrativo, dalle quali è emerso il comune intento di continuare a investire sulla sanità di Volterra e della Val di Cecina, in un quadro organico e programmato di risorse e di strutture. Un quadro di intenti condiviso e ribadito da Francesco Tagliente (Prefetto di Pisa) insieme ai Sindaci e alle Autorità religiose dell’Alta Val di Cecina.

L’utilizzo della nuova camera operatoria per la chirurgia vertebrale, caratterizzata da un sistema innovativo per la navigazione assistita dal computer, già installata e funzionante all’ospedale di Volterra, può portare effetti benefici tanto al paziente, per la ridotta invasivitàdell’intervento e il minore dolore post-operatorio, quanto al chirurgo, per la precisione durante le varie fasi dell’intervento. Infatti, il sistema per la navigazione assistita dal computer assicura una precisione assoluta (< 0.5 mm) nel posizionamento delle viti, permettendo al chirurgo dinavigare in 3d all’interno delle parti anatomiche e di usufruire di quattro piani di visualizzazione: assiale, sagittale, coronale e, appunto, in 3d. Il valore aggiunto della camera operatoria risiede anche nell’opportunità del suo utilizzo per la formazione nell’ambito della chirurgia vertebrale, permettendo una formazione sul campo” qualificata ed efficace per i giovani medici chirurghi. Inoltre, questo sistema innovativo per la chirurgia vertebrale permetterà di estendere le attività di ricerca attualmente in corso a Volterra grazie a nuove collaborazioni, nell’ambito del Laboratorio congiunto con Auxilium Vitae di Bioingegneria della Riabilitazione, e di dare continuità al percorso di cura dalla chirurgia alla riabilitazione con sistemi tra i più avanzati a livello tecnologico, in Italia e in Europa. Da quando il sistema è entrato in funzione, negli ultimi giorni di agosto 2013, Giuseppe Calvosa e la sua equipe di giovani medici chirurghi hanno già portato a termine ben 35 interventi.

Augusto Mugellini, Presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Volterra: “La Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra continua il percorso a favore dell’ospedale di Volterra e di tutto il territorio.Il nostro ente è sempre stato in prima linea per la sua salvaguardia e si è adoperato affinché fosse dotato delle migliori strumentazioni. Il percorso ebbe inizio nel 1995 con la donazione della Tomografia assiale computerizzata per proseguire nel 2004 con la risonanza magnetica, aggiornata nel 2009. Vanno poi aggiunti altri importanti strumenti sanitari che ne hanno arricchito la dotazione, come il macchinario per l’isteroscopia, la densitometria ossea e infine il laser chirurgico. La camera operatoria per la chirurgia vertebrale con sistema per la navigazione assistito dal computer, tramite software già installati, potrà essere collegata alla Scuola di Alta Formazione (Siaf) di Volterra, in occasione di convegni, seminari medici e di formazione. Con l’attuale donazione e con la partecipazione in Auxilium Vitae la Fondazione Cassa di risparmio di Volterra intende rinnovare ed incentivare l’interesse per lo sviluppo e per il potenziamento delle ricerche condotte a Volterra”

Giovanni Manghetti, Presidente della Cassa di risparmio di Volterra: “Sottolineo l’importanza strategica della collaborazione pubblico-privato: La sanità pubblica con i suoi valori di solidarietà e di giustizia sociale diventa un centro di eccellenza,fonte di ricavi anziché un centro di soli costi.Il polo di Volterra attirerà pazienti da tante regioni, dando vita ad uno sviluppo virtuoso sul territorio fondato sulle basi di centri di eccellenza sanitari”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy