• Google+
  • Commenta
23 ottobre 2013

Università di Sassari. Master all’Uniss in Coomunication Design for Sustainability

Università di SASSARI – Master universitario di I livello in “Coomunication Design for Sustainability” all’Università di Sassari

Giovedì 24 ottobre ad Alghero seminario progettuale conclusivo 23 ottobre 2013

Diciannove studenti sardi iscritti al Master Universitario di I livello in “Communication Design for Sustainability” dell’Università di Sassari presenteranno i propri elaborati progettuali giovedì 24 ottobre alle 10.30 nella Torre di Piazza Sulis ad Alghero, con una commissione esaminatrice composta da professionisti, docenti, esperti internazionali, chiamati a portare al Master dell’Università di Sassari un contributo aggiornato e di primissimo livello (aaamadesign.aaamaster).

Organizzato dal Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università di Sassari, in collaborazione con l’ELISAVA di Barcelona, grazie a un finanziamento dalla Regione Sardegna, il Master si è sviluppato attorno al tema della comunicazione dei valori della sostenibilità. Il progetto formativo, ispirato a una forte internazionalizzazione, ha coinvolto professionisti, docenti, esperti chiamati da tutta Europa a portare al Master un contributo didattico e di esperienza.

Tra gli altri al Master dell’Università di Sassari, si segnalano l’animatrice in plastilina Fusako Yusaki; il grafico spagnolo Emilio Gil, che pochi giorni fa ha appassionato il pubblico algherese con una lezione pubblica sui pionieri della Grafica Iberica; l’animatore in stop-motion inglese Chris Gavin; la grafica-tipografa Claude Marzotto; l’esperto di programmazione di sistemi interattivi Abelardo Gil.

Nel corso del Master dell’Università di Sassari, tra le altre cose, i ragazzi hanno studiato grafica, fotografia, video, animazione, programmazione, progettazione web e di apps interattive; si sono confrontati con varie tecniche e materiali, componendo e stampando creazioni grafiche e animazioni con oggetti trovati, lavorando il sughero; hanno studiato sulle strutture della narrazione e hanno seguito lezioni di sound-design.

Nello scorso inverno, il Master dell’Università di Sassari si è trasferito per due mesi a Barcellona, dove i ragazzi hanno seguito per un bimestre le lezioni del Master MUDIC, organizzato dal partner ELISAVA. Successivamente tutti gli studenti hanno svolto un tirocinio professionalizzante di altri due mesi in studi e istituzioni europee, tra Londra, Liverpool, Madrid e Barcellona.

Al loro ritorno in Sardegna da questa esperienza, i ragazzi hanno ‘restituito’ al territorio dell’isola una parte delle conoscenze accumulate all’estero, impegnandosi in una esperienza di ‘tirocinio territoriale’, un workshop progettuale intensivo che ha visto i ragazzi del Master collaborare con cinque realtà sarde che testimoniano altrettante vie a un modello di sviluppo più sostenibile. Il risultato sono una serie di elementi grafici, video e animazioni informative, reportage fotografici, applicazioni interattive e siti web, su temi che spaziano dalla qualità dall’agro-gastronomico isolano, con produzioni vinicole a Tissi, alle carni della ‘filiera cortissima’ del bue rosso del Montiferru. Dall’ospitalità e i servizi all’insegna del km zero e dell’agricoltura multifunzionale degli agriturismi del territorio di Alghero, alle originali produzioni in filet di Operatrici del proprio Ingegno di Bosa e alla progettazione di parchi Eolici, sino alle esperienze nel recupero della lana di scarto in bio-edilizia a Guspini.

Il percorso dell’Università di Sassari termina giovedì con la presentazione, aperta al pubblico, nel suggestivo spazio di Torre Sulis, dei progetti di tesi con cui i ragazzi del Master dell’Università di Sassari concludono la loro esperienza formativa. Diciannove elaborati, frutto di un intenso anno di lavoro, che verranno discussi e valutati da una commissione allargata di esperti. Tra di essi, Santiago Ortiz, esperto di progetti interattivi; Patrizia Piscitelli, docente e presidente dell’AIAP (l’associazione dei grafici italiani), Michael Stoll, docente ed esperto mondiale di info-grafica, Paul Wells, docente inglese e studioso dei linguaggi dell’animazione.

Un altro dei membri della commissione, Dave Daniels, grafico e animatore Londinese (al cui attivo, tra molte cose, ci sono gli sfondi digitali animati per i concerti di Led Zeppelin e Rolling Stones) venerdì 25 ottobre alle 19 nella Torre Sulis,  terrà la lezione aperta al pubblico ‘Simplifying the Obvious’, nel contesto della conferenza internazionale 2CO COmmunicating COmplexity, organizzata dal Dipartimento di Architettura. Il Master, finanziato dalla RAS, fa parte di un nuovo programma per l’Alta Formazione, che integra e amplia l’esperienza del Master and Back.

Google+
© Riproduzione Riservata