• Google+
  • Commenta
15 novembre 2013

Seminario di Economia Politica all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Unimore lettere e filosofia
Seminario di Economia Politica

Seminario di Economia Politica

Nuovo seminario di Economia Politica promosso dal Dipartimento di Economia Marco Biagi dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia dedicato alla analisi della relazione tra scelte abitative e risultati lavorativi dei laureati.

L’appuntamento all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia in lingua inglese “Scelte abitative, educazione e risultati lavorativi: la proprietà della casa è legata alla sovraqualificazione?

Evidenze da dati Regno Unito all’Università degli Studi di MODENA e REGGIO EMILIA martedì 19 novembre 2013.

Prosegue al Dipartimento di Economia Marco Biagi il ciclo di seminari di Economia Politica all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Tutti gli incontri, che si tengono a cadenza settimanale alle ore 14.15, vengono ospitati a Modena nell’Aula Seminari (ala ovest – I piano) presso la sede del Dipartimento (Viale Berengario, 51).

Il nuovo appuntamento all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, martedì 19 novembre 2013, vedrà la prof.ssa Maria Cesira Urzì Brancati dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia tenere una lezione in lingua inglese su “Housing tenure, education and labour outcomes: is homeownership linked to overqualification? Evidence from UK microdata (Scelte abitative, educazione e risultati lavorativi: la proprietà della casa è legata alla sovraqualificazione? Evidenze da dati Regno Unito)”.

Il punto della prof. Maria Cesira Urzì Brancati sul seminario di economia politica

Il saggio esplora la relazione tra scelte abitative e risultati lavorativi dei laureati. In generale, i proprietari di case –  afferma la prof.ssa Maria Cesira Urzì Brancati dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – sono meno mobili e la bassa mobilità geografica è ritenuta una delle determinati dell’occupazione, sia in termini di maggiore disoccupazione (Ipotesi di Oswald) che in termini di potenziale sovraqualificazione (Teoria della sovraqualificazione differenziale di Frank). I proprietari di casa differiscono dagli affittuari anche perché dispongono di una maggior ricchezza – nel senso che possiedono un bene di valore che gli affittuari invece non hanno – e gli individui più ricchi possono permettersi di cercare lavoro più a lungo (Blundell, 1997; Stancanelli, 1999; Bloemen 1997). In questa analisi empirica, si è provato ad identificare la relazione tra l’avere o meno una casa di proprietà e l’essere sovra qualificato utilizzando dati dal British Household Panel Survey (1991-2008 ). I risultati preliminari mostrano come, dopo aver controllato per una vasta gamma di caratteristiche socio-demografiche e tenendo in considerazione l’eterogeneità individuale, la probabilità di essere sovra qualificato sia significativamente più bassa tra i proprietari (3.3 punti percentuali in meno). Se si disaggrega il tipo di proprietà a seconda della presenza o meno di un mutuo e il tipo di affitto a seconda  del tipo di locatore (pubblico/sociale o privato), si nota come la probabilità di essere sovraqualificato sia sostanzialmente più elevata tra gli affittuari sociali (la categoria meno mobile) che quelli tra quelli privati (i più mobili). Non ci sono differenze di genere tra i proprietari, mentre tra gli affittuari la probabilità di essere  sovra qualificato è 3 volta più alta per le donne”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy