• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2013

DM Punti Organico: mobilitazione studenti contro DM Punti Organico 2013

Questo Governo ci aveva promesso politiche per il futuro dei giovani e investimenti sull’Istruzione, ma non è stato così.- Sono queste le dichiarazioni degli studenti di LInk che nel giorno 7 dicembre 2013 indicono mobilitazione contro il DM Punti Organico –

“Quest’anno sono stati tagliati circa 41 mln di euro dal fondo integrativo nazionale sul diritto allo studio, precludendo la possibilità di raggiungere la copertura totale delle borse di studio e di eliminare l’iniqua figura dell’idoneo non beneficiario.” – Dichiara Link Lecce circa della Mobilitazione del 7 Dicembre contro il DM Punti Organico –

Il DM Punti Organico 2013, che stabilisce i criteri di ripartizione dei punti organico, approvato ad Agosto, “crea profonde disparità tra Atenei del Nord e del Sud d’Italia e lega la possibilità di assegnare più punti organico e migliorare la didattica offerta all’aumento della contribuzione studentesca.”- Dice Link –

“Per il sistema universitario il turn-over complessivo è fissato al 20 %, ma alcuni atenei, come la Scuola Superiore Sant’Anna (turn-over 212%) e la Scuola Normale di Pisa (turn-over 160%) in testa, non solo conservano tutti i punti organico rivenienti dai pensionamenti dell’anno precedente ma li incrementano incamerando una parte di quelli sottratti agli altri atenei. Inoltre, l’incontro che si è tenuto il 28 Novembre tra la Ministra e i Rettori degli Atenei meridionali non ci ha soddisfatto: nessun impegno concreto sul rifinanziamento degli atenei all’interno della legge di stabilità e nessuna modifica al decreto sui punti organico, rinviando eventuali modifiche al prossimo anno con l’apertura di tavoli tecnici con i Rettori. Ma siamo stanchi dei patti, vogliamo i fatti!”

“La Ministra Carrozza continua la politica iniziata dei suoi predecessori: creare Università di serie A e altre di serie B, le prime che erogano didattica e ricerca e le altre che erogano solo didattica, svilendole e portandole alla progressiva chiusura.”

“Dopo l’esperienza di Ateneo Occupato la mobilitazione contro il DM Punti Organico prosegue. Lunedì si è tenuta un’assemblea tra studenti DELL’ università e delle scuole superiori per creare un fronte di opposizione unico e mettere in piedi una settimana di mobilitazioni: per oggi sono previste assemblee in diverse scuole superiori, dalle scuole e università verranno calati striscioni con la scritta “La nostra generazione non è muta, è  la politica ad essere sorda” per rimarcare la completa assenza di dialogo e ascolto tra il governo e le tante studentesse e studenti che durante quest’ autunno hanno invaso le piazze.”

“Nel pomeriggio in piazza Sant’Oronzo si terrà un’assemblea pubblica per discutere tematiche studentesche legate all’assenza di diritto allo studio nel nostro paese e le conseguenze che questo porta.” – Conclude l’associazione link circa il DM Punti Organico –

Google+
© Riproduzione Riservata