• Google+
  • Commenta
3 gennaio 2014

Epifania 2014: storia e tradizioni dell’epifania o befana in Italia ed Europa

Epifania 2014

Epifania 2014

Epifania 2014

L’usanza dei doni è tipica di queste feste e da essa ha inizio la personificazione anche quest’anno dell’Epifania 2014.

Questo personaggio ci viene dalla tendenza propria della mentalità primitiva del popolo che simboleggia la festa con i suoi riti e i suoi significati creandone il relativo personaggio. La stessa cosa è avvenuta anche per Babbo Natale, Carnevale, la Quaresima, ecc…

La Befana o Epifania, nell’immaginario collettivo è una specie di fata, o strega, e quindi benefica o malefica a seconda delle situazioni.

Per i bambini la befana dell’epifania è principalmente colei che porta i regali, e riempie le nostre calze di dolci.

Ma vi siete mai chiesti perché il simbolo per eccellenza della Befana nel giorno dell’epifania sia proprio una calza piena di dolci?

Nessuno lo sa spiegare, ma è un’abitudine molto antica: una vecchia leggenda racconta che persino Numa Pompilio, uno dei sette re di Roma, aveva l’abitudine di appendere una calza in una grotta. Una ninfa che lo proteggeva gliela faceva poi trovare piena di buoni consigli. Dunque, secondo la tradizione italiana, la Befana è solita scivolare giù dai camini nella notte tra il 5 e il 6 dicembre per riempire di doni le calze appese dai bambini.  Nella storia molti bambini le agganciavano direttamente alla catena del paiolo, altri a dei chiodi fissi in qualche angolo del focolare. Alcuni al posto delle calze, mettevano bene in vista delle belle scarpe o degli stivaletti, così la Befana avrebbe potuto sostituire le sue, sempre piene di buchi. Ma sono sempre state le calze ad essere preferite da tutti, perché, essendo di lana, si allargano facilmente per contenere più doni.

Come viene festeggiata la Befana e l’Epifania 2014: eventi in Italia

Quali sono i principali eventi dell’Epifania? In Italia e in Europa è una tradizione ormai consolidata e, si svolgono festeggiamenti ed eventi Befana di ogni tipo in Romagna, ad esempio, una leggenda dice che alla notte dell’Epifania, le mura diventino di ricotta; nelle Marche e nell’Abruzzo si dice, invece, che le bestie acquistino la capacità di parlare ma chi osasse ascoltarle e riferire morirebbe il giorno stesso.

A Palermo per l’epifania, si racconta che in questi giorni i Rè Magi attraversassero l’isola e facessero fiorire per incanto gli aranceti brulli per un nevicata.

In Calabria le bambine, prima di addormentarsi la vigilia dell’epifania, recitano una canzoncina augurale: se in quella notte sogneranno una chiesa parata a festa, o un giardino fiorito, sarà per loro un anno fortunato.

In Toscana per l’epifania i contadini infilano il capo sotto la cappa del camino; se riescono a scorgere tre stelle, sturano il vino buono perché è segno d’annata buona; sempre in alcuni paesi della Toscana, la sera del 5 gennaio, gruppi di fanciulli e di adulti, vanno di porta in porta intonando la canzone della Befana intitolata “La Befanata”, accompagnati dal suono di alcuni strumenti; è un’usanza ricevere qualche dono in cambio.

Come viene festeggiata e ricordata l’Epifania 2014 in Europa

Altrettanti festeggiamenti per salutare la Befana e tutte le feste del periodo natalizio: in Islanda, il 6 gennaio viene chiamato  “il tredicesimo”, perché da Natale fino a questa data trascorrono 13 giorni. I festeggiamenti iniziano con una fiaccolata, alla quale partecipano anche il re e la regina degli elfi.

A metà strada arriva anche l’ultimo dei Babbo Natale, il tredicesimo. Tutto ha fine con un falò e fuochi d’artificio. In Spagna, la sera del 5 gennaio, i bambini aspettano che passino i Re Magi, ai quali scrivono anche letterine. Curiosa è l’usanza di mettere davanti alla porta un bicchiere d’acqua per i cammelli assetati, qualcosa da mangiare e una scarpa, dove i Magi lasceranno i loro doni. In altre città spagnole, invece, si tiene un corteo durante il quale i Re Magi sfilano per le vie su dei carri riccamente decorati.

Insomma, in ogni paese i bambini attenderanno, anche quest’anno, la figura magica e allo stesso tempo misteriosa della Befana, restando però consapevoli che: l’epifania tutte le feste porta via.


© Riproduzione Riservata