• Google+
  • Commenta
21 marzo 2014

Banditi i lavori per Casa dello Studente Unime al Policlinico

Università degli Studi di Messina – Sorgerà su un’area di proprietà dell’Unime, con un estensione di  870 mq. adiacente al Policlinico Universitario, una nuova Casa dello Studente per i giovani iscritti all’Unime.

Il progetto è stato redatto dai tecnici dell’IACP di Messina in conformità ad un’apposita convenzione stipulata con l’Unime.

L’edificio in progetto si articola su cinque piani fuori terra: i primi due (Piano sottostrada e Piano Terra) adibiti a spazi con funzioni di servizio ed i rimanenti tre piani (Piani Primo, Secondo e Terzo) destinati alle residenze.

Il modello tipologico organizzativo secondo cui sono state strutturate le residenze è quello “ad albergo”.

Alla casa dello studente Unime sono previste 42 camere singole oltre a locali di ingresso, portineria, amministrazione, internet point, sala riunioni, sala TV, sale studio, caffetteria, palestra e servizi di supporto.

Ogni camera alla casa dello studente Unime sarà costituita da un posto letto, annesso posto studio e da un servizio igienico individuale, e sarà dotata di illuminazione ed  aerazione diretta.

Alla casa dello studente Unime sono state previste, nel rispetto delle norme in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, 2 camere con bagno individuale adeguate alle esigenze degli studenti con disabilità fisiche.

Sono stati previsti altresì gli arredi e le attrezzature per ogni singolo ambiente costituenti la dotazione indicata nel  D.M. n.43 del 22 maggio 2007.

Il costo complessivo dell’intervento per la nuova casa dello studente Unime è pari ad € 4.943.816,73, di cui € 4.099.433,87 per lavori a base d’asta.

La durata dei lavori per la nuova casa dello studente Unime prevista è di 840 giorni decorrenti dalla consegna e la direzione degli stessi sarà curata dall’Area dei Servizi Tecnici dell’Università.

Il bando di gara, finanziato dal Cipe con delibera del settembre 2011 nell’ambito del Piano Nazionale per il Sud, è consultabile oltre che sul sito dell’Unime nella sezione gare e appalti,  anche sui siti informatici del Ministero delle  Infrastrutture e dell’Osservatorio Regionale Lavori Pubblici. Le offerte dovranno pervenire entro il prossimo 15 aprile.

Google+
© Riproduzione Riservata