• Google+
  • Commenta
18 aprile 2014

Università di Palermo: le condanne per frode a Unipa

Controlli e sicurezza a Unipa

Condanne per frode a Unipa

Condanne per frode a Unipa

Le condanne per frode a Unipa. Il rettore dell’Unipa: “Inchiesta scattata a seguito dei nostri controlli incrociati”.

Il rettore dell’Unipa, Roberto Lagalla, interviene sulle condanne comminate per frode a otto tra ex dipendenti e studenti dell’Ateneo.

“La condanna di oggi – dice il rettore Roberto Lagalla – arriva al termine dell’inchiesta che l’Università degli Studi di Palermo ha innescato, segnalando alla Procura le irregolarità riscontrate in alcune carriere degli studenti.

Quando mi sono insediato, ho disposto infatti che la verifica delle carriere universitarie fosse verificata anche manualmente, verbale per verbale d’esame, e non attraverso riscontri telematici.

Lì sono emerse le incongruenze che abbiamo segnalato e che hanno determinato, da parte nostra, l’avvio di procedimenti disciplinari che hanno portato a licenziamenti e sospensioni, e la nostra costituzione di parte civile al processo. Con le procedure attuali, non ci sono spiragli per tentativi di frode”.


© Riproduzione Riservata