• Google+
  • Commenta
12 dicembre 2014

Gulliver e Rete degli Studenti Medi Marche contro la Jobs Act

Lotta al fumo

L’Associazione Gulliver Rete degli Studenti hanno aderito allo sciopero generale di oggi contro  Jobs Act e Govenro Renzi

Gli studenti marchigiani di Gulliver e rete Studenti Medi sono scesi in piazza per ribadire la loro contrarietà al Jobs Act, alla legge di Stabilità, alle misure su scuola e istruzione, che cancellano diritti e tutele dei giovani, sia come studenti, che come lavoratori.

Le associazioni studentesche  Gulliver e Rete Studenti Medi erano presenti al corteo, al quale hanno partecipato circa 300 studenti, medi ed universitari, provenienti da tutte le Marche.

Le richieste di Rete degli Studenti Medi e il Gulliver – UdU Ancona

La Rete degli Studenti Medi e il Gulliver – UdU Ancona chiedono oggi un modello d’istruzione più inclusivo e rispondente alle esigenze degli studenti, e maggiori investimenti su Università e Ricerca, settori sui quali è pesantemente gravato il peso dei tagli della finanza pubblica. “Al contrario, istruzione e diritto allo studio dovrebbero costituire un punto di partenza per la ripresa del Paese, perché, in qualità di motori di crescita e sviluppo, possiedono enormi potenzialità di sviluppo. “

“È, dunque, importante oggi più che mai una condivisione delle lotte tra studenti e lavoratori, perché l’istruzione e il mondo del lavoro sono due realtà strettamente connesse, non soltanto perché gli studenti di oggi saranno i lavoratori di domani, ma anche perché l’istruzione e l’innovazione sono fondamentali per rilanciare l’economia e il lavoro di questo paese.”

Questi importanti concetti sono stati ribaditi da Elena Lippi, della Rete degli Studenti Medi Marche, intervenuta dal palco a nome degli studenti presenti in piazza.

La grande partecipazione allo sciopero è la prova tangibile di come i giovani siano stanchi delle politiche del Governo Renzi, e di come sia forte la volontà di chiedere un’inversione di rotta, partendo proprio dagli investimenti sull’istruzione.

Google+
© Riproduzione Riservata