• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2015

27 Gennaio 2015 Giornata della Memoria, Unibz ricorda le vittime della Shoah

Libera Università di Bolzano – Unibz celebra la Giornata della Memoria, martedì, 27 gennaio 2015, alle ore 10 e 16.30

27 Gennaio 2015 - Giornata Memoria

27 Gennaio 2015 – Giornata Memoria

La Libera Università di Bolzano il 27 Gennaio 2015 organizza manifestazioni previste in occasione della Giornata della Memoria, durante la quale verranno ricordate le vittime della Shoah

In piazza fratelli Scholl (ingresso della Libera Università di Bolzano, sede di Bressanone) e alla Casa Missionaria.

La Libera Università di Bolzano il 27 Gennaio 2015 intende celebrare questa Giornata della Memoria con due momenti di riflessione e approfondimento, aperti sia agli studenti che alla popolazione. Durante la mattinata, verrà organizzata “Se non ricordiamo, non possiamo comprendere”, una lettura di documenti sulla Shoah con accompagnamento musicale di Diego Baruffaldi. In quell’occasione, saranno presenti il rettore di unibz, il prof. Walter Lorenz, la preside della Facoltà prof. Liliana Dozza, il vice-sindaco di Bressanone, l’avv. Gianlorenzo Pedron, e Gianluca Iocolano dell’Associazione Centro Giovani di Bressanone.

Il pomeriggio del 27 Gennaio 2015, la Casa Missionaria (di fronte alla Facoltà di Scienze della Formazione) ospiterà una tavola rotonda su “Antisemitismo in Tirolo e in Trentino” cui prenderanno parte: Don Mario Gretter, referente diocesano per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso, Mirko Wenter, vice-presidente della Comunità ebraica di Merano, Orfeo Donatini, presidente dell’ANPI di Bolzano, e i prof. Gerwald Wallnöfer e Nicola Lupoli, docenti della Facoltà di Scienze della Formazione Unibz.

La discussione sarà preceduta da una esibizione della soprano, Giulia Gabrielli, e del pianista, prof. Paolo Somigli, entrambi docenti unibz, cui seguirà una lectio magistralis dello storico e docente dell’Università di Trento, Vincenzo Calì. Chiuderà la Giornata della Memoria il Coro della Facoltà, diretto da Antonella Coppi.


© Riproduzione Riservata