• Google+
  • Commenta
18 settembre 2015

Novità commissari esterni Maturità 2016: news MIUR

Commissari esterni esame di maturità 2015
Novità commissari esterni

Novità commissari esterni

Ultime novità commissari esterni alla maturità.

Ecco cosa cambia quest’anno e quali sono le possibili novità.

Dall’abolizione dei commissari esterni al maggior numero di ore di formazione.

Ecco come funzionerà l’alternanza scuola-lavoro della nuova riforma della scuola e cosa cambierà all’esame di maturità 2016.

Molti studenti hanno ripreso la postazione in classe questa settimana e quasi per tutti ormai è iniziato il nuovo anno accademico 2015/2016.

I maturandi di quest’anno sono alle prese con l’attuazione di una nuova riforma della scuola.

La cosiddetta Buona Scuola di Renzi – Giannini che è stata oggetto di numerose polemiche nei mesi passati.

L’esame di stato quindi, potrebbe riservare qualche novità, a partire dalla presenza o meno dei commissari esterni, argomento molto caro a tutti i futuri studenti che dovranno sostenere l’esame di Stato.

Vediamo quali sono le possibili novità che potrebbero cambiare il nuovo esame di maturità 2016, e quali sono i cambiamenti previsti dalla riforma per gli studenti che frequentano gli Istituti Tecnici Professionali.

Novità commissari esterni: cosa cambia con la riforma della scuola del Governo Renzi

Con il nuovo anno scolastico saranno introdotte tutte le novità che riguardano la formazione on the job prevista per gli studenti italiani dalla nuova legge scolastica 107. Ad essere interessati da questi cambiamenti non sono solo gli istituti tecnici e professionali, ma anche i licei che si confronteranno con stage, tirocini e didattica in laboratorio.

La prossima settimana il Miur invierà ai presidi la bozza di circolare per illustrare la nuova alternanza prevista dalla riforma Renzi-Giannini, con le ore di formazione in azienda che salgono dalle attuali 90 ad almeno 400 negli istituti tecnici e professionali e ad almeno 200 nei licei.

Come si legge dal Sole24ore, l’alternanza con il lavoro coinvolgerà gli studenti delle terze classi, tutti gli studenti delle scuole superiori. I progetti, potenziati, di “formazione on the job” dovranno essere inseriti nel piano dell’offerta formativa (la carta d’identità del singolo istituto) da predisporre entro ottobre, assieme a tutta la comunità scolastica; e le competenze acquisite dai ragazzi nei percorsi di “studio e lavoro” saranno valutate all’esame di maturità 2016.

Una novità incoraggiante per  gli studenti che desiderano entrare subito nel mondo del lavoro, imparando già a scuola quali sono i primi approcci.

Nuovo esame di maturità: novità commissari esterni

La scuola si sta lentamente avviando ad una trasformazione che interesserà più direttamente i ragazzi dei primi tre anni delle superiori. Ma le novità interesseranno anche i maturandi, stando a quanto dichiarato dal ministro Giannini sulle novità previste per l’esame di stato 2016. “Siamo in una fase di cambiamento […] ci stiamo lavorando in questi giorni, per questo al momento non possiamo dare indicazioni di modo ma solo di metodo!” .

Il prossimo 15 ottobre conosceremo finalmente i vincoli e le novità della Legge di Stabilità 2016. Il governo Renzi ha già anticipato di voler abolire i commissari esterni, ritenuti troppo “costosi” per lo Stato, e di lasciare che solo il presidente di commissione sia esterno.

Al momento però è difficile fare previsioni, l’unica notizia certa è quella riguardante le date, in particolare quella del tema di italiano, la prima prova scritta uguale per tutti gli indirizzi di studio.

In tal caso potrebbe essere utile iniziare fin da subito a consultare Obiettivo prima prova. Temi svolti, saggi brevi, articoli giornalistici e analisi del testo per la maturità

L’esame di maturità inizierà il 22 giugno 2016, a partire dalle ore 8:30, quando circa 500.000 studenti si troveranno ad affrontare l’analisi del testo, la redazione del saggio breve o magari a scrivere un tema d’attualità.

Tra le altre date previste nel calendario dell’esame di stato ci sono anche quelle della seconda prova, probabilmente 23 giugno, e la data terza prova dell’esame di stato 2016, probabilmente 27 giugno. Per i colloqui orali bisognerà aspettare gli ultimi giorni di giugno.

Google+
© Riproduzione Riservata