• Google+
  • Commenta
22 giugno 2017

Maturità Istituto Tecnico Agrario 2017: svolgimenti seconda prova

Maturità Istituto Tecnico Agrario 2017
Maturità Istituto Tecnico Agrario 2017

Maturità Istituto Tecnico Agrario 2017

Novità sull’esame di Maturità Istituto Tecnico Agrario: svolgimenti seconda prova agrarie, tracce e soluzioni per ogni articolazione, scarica PDF traccia svolta.

Il 22 giugno 2017 si tiene la seconda prova agrario 2017.

Gi studenti del quinto anno delle scuole superiori, a pochi giorni dalla chiusura dell’anno scolastico 2016/2017, devono cimentarsi nello svolgimento dell’esame di Stato. La prima prova scritta è uguale per tutti gli indirizzi di studio. Mentre il secondo scritto cambia per ogni indirizzo di studi.  E così la mattina del 22 giugno avviene la distribuzione delle tracce seconda prova maturità 2017.

Ed i maturandi si cimenteranno nella risoluzione di quesiti e problemi attinenti al loro percorso formativo. Infatti il Miur per la 2°giornata degli esami di Stato, si attiene a quelle che sono le materie caratterizzanti di ciascun indirizzo scolastico.

Una volta scelte comunicate dal Ministero le materie della seconda prova a gennaio, gli studenti hanno potuto mettere alla prova la loro preparazione con gli esercizi e le tracce degli anni precedenti.

L’esame di maturità Istituto Tecnico Agrario metterà alla prova gli studenti di ciascuno dei tre indirizzi di studio. L’Istituto Agrario è un Istituto Tecnico ed è indicato anche come Istituto Agragia, Agroalimentare e Agroindustria. Questo particolare istituto prevede tre diverse articolazioni, ciascuna delle quali ha una materia specifica caratterizzante. Vediamo quali sono le tracce agrario seconda prova 2017. E le soluzioni ai quesiti ed esercizi proposti dal Miur.

Maturità Istituto Tecnico Agrario: tracce seconda prova 2017 e risposte esatte – scarica PDF

In generale, la seconda prova dell’istituto agrario prevede l’analisi di problemi tecnologici -tecnici. Inoltre, in base al tipo di articolazione cui si è iscritti, è possibile doversi misurare con problemi inebetenti la gestione di attività produttive, ad esempio. Oppure alla progettazione di prodotti di diverse filiere.

La seconda prova 2017 dell’esame di maturità istituto tecnico agrario durerà complessivamente 6 ore. Gli studenti di Produzioni e Trasformazioni devono risolvere la traccia che riguarda la stima, il marketing e la legislazione attinente ad attività agricole. La seconda parte, invece, prevede la risoluzione di alcuni quesiti. Gli studenti possono scegliere liberamente quali svolgere. Il Miur indica nella traccia seconda prova di agraria quale deve essere il numero minimo di soluzioni da fornire.

Gli studenti di Gestione di ambiente e del territorio devono risolvere un problema attinente alla progettazione di attività produttive. Come pure è possibile che la traccia riguardi la gestione del territorio o l’analisi di coltivazioni. Anche in questo caso la prova è divisa in due parti. Gli studenti dovranno anche qui fornire le risposte esatte a 2 delle quattro domande proposte.

In ultimo, per l’indirizzo di Viticoltura ed enologia, nella prima parte della 2°prova è previsto un problema riguardante  la cura  e la coltivazione  della vita. Mentre la seconda parte, come per gli altri indirizzi di studio, deve essere risolta rispondendo al numero minimo domande previste nella traccia.

Esame di Maturità Istituto Tecnico Agrario 2017: svolgimento II prova

Per lo svolgimento del secondo scritto è previsto l’uso del vocabolario della lingua italiana. mA è consentito anche l’uso della calcolatrice non programmabile. Riuscire a superare con successo questa seconda fase degli esami, aumenta le possibilità di ottenere un punteggio finale soddisfacente. Infatti tutte e tre le prove scritte concorrono alla valutazione finale dello studente. Il voto del diploma deve essere calcolato tenendo presenti i crediti accumulati nel corso degli anni scolastici. Ma anche i punteggi relativi alle tre prove scritte e al colloquio orale.

La maturità Istituto Tecnico Agrario si concluderà con un terzo compito, diverso per ciascun istituti. Le domande di quest’ultimo scritto sono scelte direttamente dai docenti, sulla base del programma scolastico svolto in classe.

In ultimo segue il colloquio orale, dove è prevista la valutazione della commissione mista. Commissari interni ed esterni valuteranno la preparazione di ciascun candidato, ponendo domande sul percorso interdisciplinare elaborato. Oppure sugli argomenti studiati nell’ultimo anno.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy