• Google+
  • Commenta
1 giugno 2017

Pentecoste 2017: data di quando si festeggia, origini e storia

Pentecoste 2017
Pentecoste 2017

Pentecoste 2017

Arriva la festività della Pentecoste 2017: data di quando si festeggia quest’anno, significato della Pentecoste per bambini e adulti, origini e storia di questa festa cristiana.

Il termine Pentecoste deriva dal greco, ed il suo significato è “cinquantesimo giorno”. Si tratta di una ricorrenza di origine ebraica, che veniva celebrata per ringraziare Dio per i frutti della terra che ricevevano in dono. Veniva festeggiata 50 giorni dopo la Pasqua ebraica e segnava l’inizio della mietitura. Nei testi sacri viene quindi indicata come una festa agricola, ed era chiamata Shavuot, “festa gioiosa”. Gli ebrei in questa occasione presero poi a ringraziare Dio anche per un altro importante dono. Ossia quello dei 10 comandamenti fatto a Mosè sul Monte Sinai. Per festeggiare questa ricorrenza, gli ebrei dovevano recarsi in pellegrinaggio a Gerusalemme, oltre che astenersi dal lavoro e compiere determinati sacrifici.

La Pentecoste cristiana, invece, è molto diversa. Anche questa si festeggia 50 giorni dopo la Pasqua, ma il suo significato è un altro. Infatti i cristiani nel giorno di Pentecoste ricordano la discesa dello Spirito Santo su Maria, madre di Gesù, e sugli apostoli.

Dopo la Pasqua, questa è una delle ricorrenze più importanti del cristianesimo. Infatti molti fedeli vedono la nascita della stessa Chiesa in questo evento.

Ma quand’è la data della Pentecoste 2017? In quale giorno si festeggia quest’anno? Essendo legata alla Pasqua, si tratta di una festa mobile, la cui data cambia ogni anno. Si festeggia sempre di domenica, e quindi cade la settima domenica dopo la Resurrezione di Gesù. L’episodio che viene tradizionalmente ricordato ogni anno dai fedeli è descritto nel capitolo 2 degli Atti degli Apostoli.

Pentecoste 2017: data di quando si festeggia quest’anno la festività cristiana

Come indica lo stesso significato della parola Pentecoste, le celebrazioni della ricorrenza si tengono 50 giorni dopo Pasqua. Infatti, un’altra possibile definizione che gli ebrei danno alla ricorrenza, è proprio quella delle “festa delle settimane”. Il motivo è dato dal fatto che la sua celebrazione si tiene sette (numero perfetto) settimane dopo la Pasqua.

La data Pentecoste 2017 è domenica 4 giugno. Le celebrazioni di questa giornata ricordano quando gli apostoli si trovavano insieme a Maria al Cenacolo, presso Gerusalemme. Molto probabilmente la madre di Gesù e gli apostoli si erano riuniti nella casa di Marco, il futuro evangelista.

Come narrato nel 2° capitolo degli Atti degli Apostoli, in quel periodo si erano recati in pellegrinaggio a Gerusalemme molti ebrei per le celebrazioni della imminente Pentecoste ebraica. Mentre si trovavano tutti insieme a casa di Marco, all’improvviso un tuono squarciò il cielo ed un forte vento riempì la casa. A quel punto apparvero delle lingue di fuoco. Quest’ultime presero a dividersi in tante fiammelle quanti erano gli apostoli. Successivamente queste fiammelle andarono a posarsi sulle teste dei discepoli, “ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo”. Stando a quanto indicato nel secondo capitolo degli Atti degli Apostoli, questi “cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi“.

Significato della Pentecoste: storia e origini della Festa dello Spirito Santo

Nel racconto riportato dagli Atti, il forte fragore che fece la discesa dello Spirito Santo attirò molti  giudei osservanti, provenienti da diverse Nazioni. Quest’ultimi  si trovavano a Gerusalemme per il citato pellegrinaggio. A quel punto ascoltarono gli apostoli che presero parlare nelle loro diverse lingue native. La predicazione dei discepoli altre lingue ha un significato preciso, cioè che il messaggio di Gesù non è destinato solo agli ebrei, ma è universale.

Nella religione cristiana, il significato di questa ricorrenza è molto importante perchè segna la nascita della Chiesa. La sua storia ed il suo racconto sono riportati anche nel Vangelo secondo Giovanni e nel Vangelo secondo Luca. Mentre gli ebrei celebrano il dono della Legge mosaica, i fedeli ricordano il dono della Nuova Legge da parte dello Spirito Santo.

Ci sono alcuni simboli che rievocano il dono dei comandamenti, come il vento impetuoso, simbolo della potenza di Dio. Oppure la presenza del fuoco e del forte fragore, presenti anche nel racconto dell’Esodo che descrive l’episodio sul Monte Sinai.

Video di buona Pentecoste 2017 da condividere ed inviare

Google+
© Riproduzione Riservata