• Google+
  • Commenta
3 aprile 2017

Data Pasqua 2017: quando si festeggia e quanto durano le vacanze pasquali

Data Pasqua 2017
Data Pasqua 2017

Data Pasqua 2017

Quando viene la data Pasqua 2017: quando si festeggia Pasquetta e quanto durano le vacanze pasquali a scuola e sul lavoro.

Con l’arrivo della stagione primaverile, torna la voglia di uscire all’aria aperta e magari organizzare qualche breve vacanza o gita fuori porta.

E con l’arrivo della primavera, inevitabilmente il pensiero va’ alle vacanze pasquali. Lavoratori e studenti possono quindi concedersi qualche giorno di riposo, e staccare la spina dalla solita routine.

Durante i giorni delle vacanze di Pasqua si può approfittare di ponti e lunghi weekend. Tanti sono gli eventi e le offerte di cui poter approfittare. Per molti questo è il momento giusto per trascorrere qualche giorno di relax fuori, o in compagnia di amici e parenti. Ma quand’è Pasqua 2017? Quando viene Pasquetta?

Quest’anno il mese di marzo è volto al termine senza regalare alcun giorno di vacanza. La data Pasqua 2017 cade decisamente più tardi rispetto allo scorso anno. Infatti, se nel 2016  le date di Pasqua e Pasquetta si sono avute nella seconda metà di marzo, quest’anno toccherà aspettare la seconda metà di aprile.

Avremo quindi una Pasqua alta, perchè il giorno della sua celebrazione quest’anno cade abbastanza in ritardo rispetto agli altri anni. In questo periodo di festa, le scuole resteranno chiuse, in genere nelle date che coinvolgono i principali eventi della Settimana Santa. Come pure uffici e negozi resteranno chiusi nelle giornate in cui cadono le principali festività.

Data Pasqua 2017: quando è Pasqua e Pasquetta, e date vacanze scolastiche pasquali

Come anticipato, quest’anno bisognerà attendere la seconda metà del mese di aprile per poter festeggiare una delle più importanti ricorrenze cristiane. Il giorno di Pasqua è infatti quello in cui si celebra la Risurrezione del Signore, che è appunto uno degli eventi più importanti della fede cristiana. Per questo motivo sono associati a questa festività diversi giorni di riposo. Proprio perchè la Settimana Santa prevede la celebrazione di diversi momenti cruciali della vita terrena di Gesù.

In genere i giorni di riposo coincidono con l’arrivo del Giovedì Santo, giorno in cui si ha l’istituzione dell’Eucarestia e del sacerdozio. Il Giovedì Santo è l’ultimo giorno di Quaresima, ma anche il primo giorno del Triduo Pasquale, che inizia con la Cena Domini. I giorni delle vacanze di Pasqua terminano con il Lunedì dell’Angelo, giorno successivo alla festa della Risurrezione. In questo giorno, detto anche più comunemente giorno di Pasquetta, si ricorda l’incontro dell’angelo con le donne al sepolcro.

Ma quando è Pasqua? Quando si festeggia Pasquetta? Il 16 aprile è la data Pasqua 2017. Il giorno successivo. 17 aprile, si festeggia la Pasquetta 2017. In questi due giorni scuole, negozi, uffici e centri commerciali resteranno chiusi. Salvo alcune attività commerciali che possono garantire servizi utili per chi festeggia la Pasquetta, come ristoranti, bar, pasticcerie o alcuni alimentari. Quando iniziano le vacanze di Pasqua 2017 a scuola? Le scuole resteranno chiuse dal 13 al 17 aprile. Si tornerà in classe il 18 aprile, salvo diversa disposizione del proprio istituto.

Calcolo data Pasqua 2017: quando cade Pasqua e quando è Pasquetta

Il giorno in cui si festeggia la Risurrezione di Gesù non ha una data fissa, come il Natale. Infatti questa festività è detta mobile, ed ogni anno cade in un giorno diverso. Il principio per calcolare la data Pasqua fu stabilito nel Concilio ecumenico di Nicea (325 d. C.). In quell’occasione fu stabilito che  tutti i cristiani avrebbero celebrato questa festività “nella data dei Romani e degli Alessandrini”.

Per stabilirne il giorno occorreva osservare il cielo: la sua celebrazione è stabilita infatti (tuttora) per la prima domenica dopo la Luna piena successiva all’equinozio di primavera. La Pasqua cristiana è legata alla Pasqua del popolo d’Israele (Pesach), la cui celebrazione è descritta nel libro biblico dell’Esodo, al capitolo 12.  Le origini delle feste ebraiche sono legate alle tradizioni agricole-pastorizie che hanno fondato la loro cultura.

Nella tradizione ebraica l’anno religioso inizia nel mese di Nissan, che è il mese nel quale avviene l’equinozio di primavera. Il calendario ebraico fa coincidere il plenilunio successivo all’equinozio al 14 Nissan: e la Pasqua ebraica si celebra proprio nella notte tra il 14 e il 15 di Nissan, indipendentemente dal giorno della settimana in cui cade.

Per stabilire la data della Pasqua cristiana, a queste regole ebraiche va’ aggiunta una regola cristiana, secondo la quale la Risurrezione del Signore si festeggia sempre di domenica. E quindi la festività cade sempre la prima domenica successiva a quella ebraica.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy