• Google+
  • Commenta
17 Aprile 2019

Beychella film Homecoming di Beyoncé sulla esibizione al Coachella

Beychella film Homecoming di Beyoncé
Beychella film Homecoming di Beyoncé

Beychella film Homecoming di Beyoncé

Uscito Beychella il fim Homecoming di Beyoncé: un racconto sull’esibizione al Coachella di Queen Bey.

Trama, significati e cast che hanno lavorato allo show.

Ecco cosa significa Beychella e perché è entrato nel vocabolario degli spettacoli. Spiegazione del film, delle ideologie e della storia culturale del black power del Coachella di Beyoncé.

Se sei fan di Beyoncé e non vuoi perderti il film Homecoming sulla sua esibizione al Coachella, ecco come fare.

Il film Homecoming uscito su Netflix alle 9 di questa mattina svela i retroscena del Beychella, l’esibizione di Beyoncé al Coachella Music Festival del 2018.

Quali sono i significati dietro l’esibizione di Queen B? Quanti ballerini e quanti musicisti c’erano al Beychella?

Lo spettacolo storico è rappresentato in due ore di film, prodotto da Beyoncé, intitolato Homecoming, tornare a casa. 

17 aprile. Unica data scelta da Beyoncé per pubblicare Homecoming il suo docufilm su Netflix. Inediti filmati sul backstage del suo headline al Coachella Festival 2018 per spiegare la filosofia, il duro lavoro e la storia dietro uno dei più grandi spettacoli di sempre.

Quell’edizione del festival è stata scolpita nella storia della pop culture: è la prima donna di colore a conquistare il lead del ‘Chella Valley. Ha rivoluzionato l’immaginario del festival inscenando uno spettacolo celebrativo della black culture.  100 ballerini e una mega-banda musicale hanno riprodotto la magia e l’eccellenza degli HBCU (Historically black colleges and universities) in un inno alla comunità afro.

Beychella film Homecoming di Beyoncé al festival del Coachella Valley: significato e storia

Perché quest’esibizione è così importante nella storia dello spettacolo? Oggi, con la presidenza Trump, il razzismo, la xenofobia e il maschilismo cercano di piegare ed eliminare le conquiste ottenute da anni di lotte. Un’icona come la Knowels non deve e non può restare in silenzio davanti alle discriminazioni che angosciano la società perché il grande potere che hanno le celebrità è quello di mostrare la multiforme e grandiosa natura umana, in ogni singola sfaccettatura, incoraggiando ad amare e conoscere la diversità.

Beyoncé dall’alto dei gradoni del suo palco, a suon di “i like my nigga nose, with jackson five nostrils”, ha lanciato un forte messaggio: la bellezza della razza, la razza umana. Ha inscenato la grandiosità della Black Excellence, la storia di una cultura che per anni è stata esclusa dalla società, derisa e sottovalutata: ha cantato il Black American Anthem- Lift every voice and sing, ha omaggiato Nina Simone e Fela Kuti nelle intro che riprendevano “Lilac Wine” e “Zombie” e per tutta la durata dello show ha riprodotto i suoni e i balli della comunità afro-americana di New Orleans.

Accanto al motivo dell’identità africana, non è mancato l’urlo femminista. Ad aprire lo show è stata una parata di donne che rendeva omaggio a Nefertiti, interpretata da Queen B. Il palco è stato calcato dal trio femmile R&B più famoso di tutti i tempi: le Destiny’s Child. Una miriade di ballerine, di ogni taglia e colore, ha ballato e gridato “Run The World Girls!” a tutti gli spettatori della valle dell’Indo.

Trama di Homecoming: film sulla produzione dello spettacolo

La finalità del film sarà riprodurre gioia, uguaglianza e unione in un’ode all’uomo nella sua capacità di amare e riconoscersi attraverso gli altri.  Tornare a casa significa ritrovare il nido nel mondo. Dall’uscita di Lemonade al festival, Beyoncé ha acclamato le sue origini, ha inviato tutti ad amare se stessi e ha conferito l’imput essenziale all’orgoglio degli afro americani. Attraverso la sua musica coinvolge i giovani, i bambini e le donne che sono le vittime preferite dal razzismo 2.0.

Nel film vediamo una Beyoncé madre nuovamente, in preda a una trasformazione fisica ed esitenziale. La cantante, incinta dei gemelli ha sofferto di diverse malattie e stava per perdere uno dei figli. Ritornata alle prove dello spettacolo rimandato, ha unito energie, messaggi e vitalità in uno show da record.

Un anno dopo, il Beychella colpisce ancora, Beyoncé ricompare per ricordare al mondo “Be Proud of yourself”. Un album live e un film. Homecoming è il secondo ritorno trionfale di Queen B, pronta a combattere contro l’assurdità della discriminazione. 17 Aprile, tutti sintonizzati: si ritorna all’alveare della first lady della musica.

Scheda tecnica
Film aurobiografico della cantante Beyoncé Knowles Carter sulla sua esibizione al Coachella. Lo spettacolo storico è rappresentato in due ore di film, prodotto da Beyoncé, intitolato Homecoming, tornare a casa. Nel film vediamo una Beyoncé madre nuovamente, in preda a una trasformazione fisica ed esitenziale.
TitoloHomecoming
Durata137 minuti
GenereAutobiografico
CastBeyoncé Knowles- Carter
RegiaBeyoncé Knowle- CarterEd Bruke
Anno di prod.2018
Google+
© Riproduzione Riservata